Buddhismo

Da Wikiversità, l'apprendimento libero.
Jump to navigation Jump to search
lezione
Buddhismo
Tipo di risorsa Tipo: lezione
Materia di appartenenza Materia: Buddhismo
Avanzamento Avanzamento: lezione completa al 100%.

Il buddhismo o buddismo (sanscrito: buddha-śāsana) è una delle religioni più antiche e più diffuse al mondo, sviluppatasi in India per opera del principe Siddharta Gautama. Siddharta abbandona la sua casa, sua moglie e il giovane figlio per dedicarsi alla ricerca della verità attraverso la meditazione. Dopo molti anni riceve l'illuminazione, che gli fa comprendere il perché del dolore e il modo di superarlo. Da allora viene chiamato il Buddha, che significa l'Illuminato. Il buddhismo è diffuso principalmente in Asia in esso non si parla quasi mai di Dio perché il Buddha indicò la via della felicità come conquista personale. I fondamenti del buddhismo sono:

  • Le quattro nobili verità cioè che la vita è fonte di dolore, il dolore è creato dal desiderio, per eliminare il desiderio va percorso l'ottuplice sentiero.
  • Lottuplice sentiero indica le norme di comportamento per liberare il dolore e l'eterna esistenza.
  • La reincarnazione interrotta solo da una condotta particolarmente cattiva (inferno) o particolarmente buona (la dimora divina).
  • Il nirvana lo stadio di beatitudine e felicità senza desiderio e dolore.

Il testo sacro è il Tripitaka, tre canestri che contiene la dottrina del Buddha con le regole di vita e insegnamenti morali e filosofici. Gli elementi principali sono:

  • Il rifugio nei tre anelli;
  • Le immagini di Buddha;
  • Le reliquie;
  • La meditazione.[1]

Note[modifica]

  1. Renato Manganotti, Emmaus3, LA SCUOLA, 2008, p. 142, ISBN 9788835023609.