Assemblaggio del Computer

Da Wikiversità, l'apprendimento libero.
Jump to navigation Jump to search
lezione
Assemblaggio del Computer
Tipo di risorsa Tipo: lezione
Materia di appartenenza Materia: Assemblare un Computer
Avanzamento Avanzamento: lezione completa al 75%.

Una volta scelti i componenti, si può iniziare la parte più divertente di tutto il processo, ovvero l'assemblamento del computer.

Strumenti ed equipaggiamento[modifica]

Ci sono alcuni strumenti necessari per assemblare un computer. I seguenti sono un buon punto di partenza, e includono il minimo indispensabile per costruire un computer funzionante.

Strumenti di base[modifica]

Prima di iniziare a costruire o riadattare un computer, sono necessari gli strumenti di base:

  • Cacciavite manuale Philips #2
  • Pinze ad ago
  • Manuale della scheda madre
  • Bracciale o tappetino antistatico

Strumenti facoltativi[modifica]

Altri attrezzi che possono essere d'aiuto sono:

  • Calamita, fissata a un fil di ferro (o cacciavite con punta magnetica): serve per recuperare le viti che, quando cadono, finiscono inevitabilmente nei luoghi più inaccessibili (attenzione, però, a non avvicinare la calamita a componenti del PC sensibili ai campi magnetici!).
  • Spelafili
  • Nastro isolante
  • Tronchesi
  • Torcia elettrica
  • Un secondo computer, funzionante, utile per scambiare pezzi, cercare aiuto e suggerimenti online, scaricare drivers, patches, ecc...

Preparazione[modifica]

Per fare un buon lavoro occorre trovare un posto asciutto e ben aerato. Il piano di lavoro dovrebbe essere ben illuminato. Se possibile, non dovrebbero esserci tappeti sul pavimento, perché i tappeti hanno la tendenza ad attirare molte cariche elettrostatiche. Ciò può essere evitato utilizzando uno degli appositi tappeti conduttivi adatti a questo scopo. Uno scantinato è un ottimo posto per effettuare questo tipo di lavoro.

Per assemblare i componenti, occorrono vari attrezzi: un cacciavite a croce, e un braccialetto antistatico, con cui l'operatore può collegarsi a terra (il bracciale antistatico si può trovare in un negozio di elettronica) - si consiglia un ground point apposito, oppure una parte metallica del case del pc. È fortemente sconsigliato collegarsi all'impianto di messa a terra domestico, poiché nel caso ci sia una dispersione verso terra nell'impianto si può rimanere folgorati. L'utilizzo di un bracciale antistatico può comportare un enorme risparmio rispetto a tutto il denaro che si spreca quando si distruggono dei componenti a causa dell'elettricità statica. La resistenza elettrica del cavo che collega a terra un bracciale antistatico è molto alta, e ciò fa in modo che la corrente che potenzialmente può fluire attraverso il corpo dell'operatore sia di intensità tale da non provocare danni.

Disimballare tutti i componenti, e metterli sopra alle buste antistatiche in cui sono confezionate: in questo modo si evita che l'elettricità statica raggiunga i componenti. Assicurati di leggere il prossimo paragrafo, perché contiene alcune importanti informazioni sulla sicurezza.

Precauzioni per la sicurezza[modifica]

  1. Smontare componenti elettronici come alimentatori o monitor è un'operazione molto pericolosa - non lo fare! Sono apparecchiature che contengono diversi componenti che lavorano ad alte tensioni (svariate migliaia di volt): toccandoli si può prendere la scossa. Quindi, per favore, non pensare nemmeno di provarci.
  2. Se uno dei tuoi componenti viene danneggiato dall'elettricità statica, la colpa è solo tua. Assicurati di aver seguito le raccomandazioni del paragrafo precedente per collegarti elettricamente a terra scaricandoti dall'elettricità statica, utilizzando per esempio un braccialetto antistatico o un tappeto antistatico. (Nota: Se devi proprio lavorare su un computer e non hai il necessario equipaggiamento antistatico, "di solito" va tutto bene se ti assicuri che non ti sposti troppo; non indossi abiti che tendono a trattenere l'elettricità statica; maneggi i componenti tenendoli per i bordi; e regolarmente (circa ogni minuto) tocchi un oggetto collegato a terra). Il metallo del contenitore dell'alimentatore del PC di solito è un oggetto adatto. Come detto sopra, toccalo ogni qualche minuto mentre operi sul PC.
  3. Fai attenzione, assembla il tuo computer in un ambiente pulito! La cosa peggiore per i componenti di un PC (oltre all'elettricità statica, e influisce soprattutto sulle ventole) è essere riempiti di sporco. Se ciò accade, le ventole smetteranno di funzionare, facendo surriscaldare il sistema che smetterà di funzionare a sua volta. In ogni caso, se le ventole sono ostruite, ti puoi procurare una bomboletta di aria compressa o un compressore e usarlo per pulirle.
  4. Prima di installare o rimuovere qualsiasi componente, scollega l'alimentazione al tuo pc, staccando la presa di corrente - se una tensione elettrica è presente nei componenti mentre si installano o rimuovono, possono essere seriamente danneggiati.
  5. Fai attenzione ai bordi taglienti! Molti case dei PC hanno bordi affilati e non rifiniti. Ciò accade soprattutto per le superfici interne, e dove il case è stato tagliato o tranciato. Fai attenzione, e fai le cose con calma, per evitare di farti male alle mani.

Assemblaggio del PC[modifica]

Alimentatore e Scheda madre (Motherboard)[modifica]

Incomincia mettendo il tuo case "sdraiato" sul tuo banco di lavoro, con il pannello laterale posteriore a contatto col tavolo e il pannello laterale anteriore (di ispezione e manutenzione) rivolto verso di te.

Alcuni produttori di pc vendono insieme al case anche l'alimentatore, che è posizionato (generalmente) nella parte alta del pc. Nel caso che compriate un case sprovvisto di alimentatore (in genere per chi desidera un computer molto personalizzato), dovete comprarne uno, sceglietelo in base alle vostre esigenze, senza esagerare con il wattaggio riportato (si consigliano alimentatori di marca nel caso si assembli un pc particolarmente esigente di risorse). Per il montaggio di esso bisogna consultare il manuale del case, dove vengono riportati gli appositi punti di fissaggio (viti e ganci) per gli alimentatori.

La scheda madre è un componente di fondamentale importanza per qualsiasi pc che vogliate assemblare, ne esistono di vari modelli ed espansioni. Per un computer unicamente usato per scrivere su un editor di testo o fare ricerche su internet, non sono richieste altre espansioni e qualsiasi scheda madre di fascia medio-bassa può risultare soddisfacente; un computer da ufficio o un server ha bisogno di molti più slot di espansione e periferiche rispetto al precedente e quindi bisognerà spostarsi su una scheda madre di fascia alta.

Per assemblare la scheda madre occorrono il manuale della scheda madre e quello del case, per identificare il tipo di scheda madre (ATX, micro ATX ecc...) e di conseguenza la posizione dei supporti per fissarla al case con le viti.

Adesso che hai montato anche la scheda madre, puoi iniziare a montare anche gli altri componenti.

Processore (CPU)[modifica]

Un esempio di un socket di una CPU, nella foto un vecchio Socket A

Per l'installazione del processore si richiede molta cura in quanto è molto sensibile alle cariche elettrostatiche e si può danneggiare facilmente.

Non esiste un fissaggio comune tra i produttori di CPU ma ogni produttore adotta un metodo di fissaggio differente dall'altro; i pezzi da montare (in ordine) sono: il processore (sull'apposita piastra forata per l'inserimento dei piedini), la pasta termica (fornita in dotazione, da spalmare sulla parte superiore del processore come indicato dal manuale della scheda madre e/o del processore che andrà a contatto con il dissipatore) e il dissipatore che può essere sostanzialmente di 2 tipi, attivo (con la ventola) o passivo (lamelle di alluminio o di rame) oppure per sistemi che richiedono molta efficienza un sistema combinato di dissipatore passivo con ventola che permette più rapidamente l'allontanamento del calore. Attenzione alla parte dissipazione, in quanto un dissipatore non idoneo, montato male o senza pasta termica (istruzioni per l'uso e la rimozione della pasta termica) o non sufficientemente efficiente per il sistema in uso può danneggiare irreparabilmente la CPU raggiungendo temperature molto alte (80 °C o più).

RAM[modifica]

4 Slot di RAM

Il prossimo passaggio è la RAM, Random Access Memory; Per installarla basta premere entrambe le levette che si trovano ai lati del socket DIMM (delicatamente). Inserire un banco di memoria RAM nel socket DIMM nel verso giusto (vedi manuale scheda madre) e premere con forza fino a che le levette ai lati rientrino e blocchino la memoria RAM nella sua sede, se i piedini non la bloccano ma si avvicinano solamente, fate un po' di pressione ancora e avvicinateli alla memoria fino a bloccarla nella fessura preesistente (non forzare eccessivamente un modulo di memoria RAM perché potrebbe rompersi).

Molto importante è trovare il socket giusto dove inserire le RAM, partire sempre dal numero 1 ed arrivare al 4 (o fermarsi prima nel caso non si disponga di tanti banchi di memoria), nel caso non si proceda partendo dal primo socket alla fase di boot del pc verrà segnalato un errore nella sezione RAM. Se la scheda madre utilizza i banchi di memoria in maniera parallela, fare riferimento al manuale della stessa per vedere il corretto ordine di montaggio.

Nelle nuove schede madri i banchi RAM sono colorati in modo alternato, per facilitare il riconoscimento, per esempio: il primo slot è blu, il secondo è giallo, il terzo è blu, il quarto è giallo. In questo caso procedere per colori, prima saturare tutti gli slot del medesimo colore (tutti i blu, poi tutti i gialli e generalmente a quel punto avrete finito i posti).

Scheda grafica (Video)[modifica]

Se non hai una scheda video AGP, è già integrata o ne hai una PCI, allora salta questa sezione.

Installa la scheda video nello scompartimento AGP. Questo si trova sempre all'inizio degli slot di espansione sulla scheda madre.Gli slot AGP sono spesso di colore marrone, ma li potresti trovare anche di colori bizzarri tipo Verde fluorescente.Controlla la scheda madre nel caso ci siano leve (o altre cose simili) che fanno parte dello slot AGP e servono per aiutare a mantenere ferma la scheda video. Questi devono essere ritratti prima di inserire la scheda video. Controlla il manuale della scheda madre per informazioni su come usare le leve o gli altri sistemi per tenere ferma la scheda video.Spingi la scheda nell'apertura (questi slot a volte sono molto stretti, quindi fai un po' di forza se è necessario), ed avvitala al supporto di metallo. Se la scheda ha un connettore per la corrente, connettilo ad un connettore 4-pin molex. Se ha un pass through, non connetterlo ad un Hard Disk.

Drive[modifica]

Poi, installa gli hard disk, i lettori ed i masterizzatori.

Prima di installare dei drive IDE/ATA, dovrai impostare i piedini (jumpers), in modo che la scheda madre riconosca correttamente i drive; consulta le istruzioni della scheda madre o del drive per fare questo. La configurazione dei piedini normalmente è stampata o dietro o sul drive. I drive possono essere configurati in due modi: Drive Select o Cable Select. La Cable select assegna automaticamente master/slave ai drives riferendosi all'ordine in cui sono attaccati i drive ai cavi.

Esempio:

|---------| Masterizzatore

|||||||||||

|||||||||||

|---------| Lettore

|||||||||||

|||||||||||

|---------| Scheda madre


In questo caso il masterizzatore sarà master ed il lettore slave, ma questo se stai usando un cavo ad 80 pin. Se ne stai usando uno a 40 pin, allora dovrai mettere il piedino su CS. Con Drive Select, master e slave sarà' determinato dal jumper: con questo modo, dovrai impostare un drive su master, ed un altro su slave. Non commettete l'errore di impostare tutti e due su master o su slave, in questo caso il bios sbaglierà' a riconoscerli e può causare vari effetti, a seconda del modello (per esempio, a me è successo che al nome del drive in master compariva una combinazione dei nomi dei due drive). Se il cavo IDE ha il connettore solo per un drive, allora controllare le istruzioni della scheda madre per verificare la configurazione di default, nella maggior parte dei casi master.

Ogni canale IDE/ATA può' supportare due drive, uno master ed uno slave. SATA può' supportare solo un drive, quindi non c'e' bisogno di impostare piedini. Il modo in cui installare un drive dipende dal case. Quando si usa un cavo IDE, inserisci i due connettori nei due drive (come mostrato nel disegno sopra, per esempio), ed il terzo nella scheda madre. Il connettore più' lontano dalla scheda madre è il drive master. Fai si' che l'hard disk dove installerai il sistema operativo sia master primario. (Nota: I connettori ide sono contrassegnati, quindi dovrebbe essere impossibile inserirli al contrario. Comunque non richiede molta forza riuscirci, e potresti distruggere la scheda madre se lo fai. Controlla anche il cavo ed il drive prima di connetterli. Noterai che al cavo manca un buco ed al drive manca un pin. Stai attento, perché se rompi un pin sul drive, esso sarà' inutilizzabile. Per la maggior parte dei cavi IDE, poi, hanno una striscia colorata ad un lato, e la striscia avrà' scritto "pin 1" - e normalmente sarà' allineato con il connettore della corrente molex. Usa questa striscia se il connettore non è contrassegnato). Poi, inserisci un connettore Molex a 4 pin in ogni hard disk ed unità ottica. Se stai usando un'unità SATA, installa solo uno dei connettori di corrente. Alcune unità SATA danno la possibilità' di usare sia un connettore di corrente SATA (un connettore piatto largo circa 2,5 centimetri) che uno Molex; in questo caso usane solo uno, non entrambi.

Se stai installando un floppy drive, il cavo è molto simile all'IDE, ma con meno fili. I floppy drive non hanno master o slave, MA il connettore al drive spesso non è contrassegnato, ed entrambi i lati sono uguali. C'è' un filo nel connettore del floppy colorato differentemente: questo è il pin numero 1. Normalmente ci dovrebbero essere delle indicazioni sul floppy drive su quale lato deve andare. Il connettore di corrente di un floppy è composto di 4 pin tutti su una linea, ma è molto più' piccolo di quello di un'hard disk.

Espansioni e Connessioni[modifica]

Adesso, installa le tue schede PCI. Tra di esse che comunemente sono in commercio rientrano le schede audio, schede di rete, schede video e sintonizzatori TV. Queste si adattano negli slot di colore bianco situati poco sotto lo slot AGP (sempre che la scheda madre ne possieda).

Adesso connetti tutti i connettori che provengono dall'alimentatore ai dispositivi, inclusi i cavi a 20pin e i 4 pin che non avevi ancora attaccato. Prima di accenderlo, devi connettere il pulsante di accensione e il reset con i relativi led (etichettati). I connettori che vanno alla motherboard sono siglati ma ci potrebbero essere difficoltà nella lettura di essi date le loro dimensioni, consulta il manuale della moterboard per vedere dove vanno connessi. Bisogna rispettare la polarità dei led, solitamente il polo positivo è un filo bianco.

Successivamente, potrai connettere tutte le periferiche supportate dalla motherboard come porte USB e schede audio aggiuntive.

Infine, chiudi il case e metti il computer nell'ambiente dove lo userai. Attacca il cavo dell'alimentatore alla presa di corrente, attacca il mouse, la tastiera e il monitor e tutte le altre periferiche che desideri utilizzare con il computer.

Accensione[modifica]

Adesso premi il pulsante "power". Se uscirà del fumo (non dovrebbe, a meno che il tuo alimentatore o il sistema di ventilazione sono guasti), o il computer non parte, controlla tutti i passaggi precedenti ricordandoti se non hai dimenticato qualcosa. Controlla specialmente i connettori dati e quelli di alimentazione, se il computer sembra in funzione ma si sentono dei "beep", spegnilo e controlla il loro significato sul manuale della motherboard. Alcune schede madri, hanno un'opzione di riconoscimento errori, solitamente dei led, quando correttamente collegati, ti informano del tipo di problema (cercando sempre sul manuale della motherboard). Se quando lo accendi senti solo il rumore dell'alimentatore, spegnilo subito, probabilmente significa che c'è un corto circuito, se non lo farai velocemente potresti danneggiare l'hardware!.

Ora, tu dovrai impostare alcuni parametri nel BIOS (solitamente premendo il pulsante "del" o "F1" per qualche secondo nella fase del boot), questa opzione viene spiegata nel manuale della motherboard. Solitamente, le opzioni di default sono necessarie all'utente di base però potrebbero esserci delle discrepanze nel settaggio dell'orologio interno (CMOS) che conviene correggere. Nel BIOS si trova anche l'ordine di lettura delle periferiche, modificabile a piacimento in base alle esigenze dell'utente (solitamente il lettore CD/DVD, l'hard disk e il disco floppy).

Per fare un test, prima di installare il sistema operativo, puoi provare ad usare un CD-ROM bootable come Knoppix, molto utile in questi casi.