Apprendere con strumenti digitali

Da Wikiversità, l'apprendimento libero.
Jump to navigation Jump to search

Dalla playstation al telefonino della mamma per chattare con i compagni e spedire qualche foto il passo è stato breve. Un tablet a disposizione o un personal computer possono rivelarsi degli ottimi strumenti per imparare: ricercando informazioni, seguendo tutorial e video tutorial, o, con un po' di impegno, leggendo interi manuali.
Anche a scuola e per fare i compiti: scrivendo, rispondendo a dei quiz, componendo immagini o creando filmati. A seconda delle scelte della tua scuola ti sarà stata proposta una utenza per accedere ad una piattaforma e ad una mail dove ricevere materiale per svolgere le attività scolastiche.

Apprendere con strumenti digitali[modifica]

Navigare per apprendimento e svago[modifica]

Ricercare informazioni o guide su internet si può fare facilmente utilizzando Google, o Bing o, i meno conosciuti, ma più rispettosi della nostra privacy,Lilo o DuckduckGo, che sono motori di ricerca.
In rete si possono trovare moltissime informazioni dalle ricette di cucina a come aggiustare gli elettrodomestici o suggerimenti per i videogiochi, sono ben presenti anche testi e contenuti multimediali con i quali è possibile imparare anche la storia, la geografia, la matematica, insomma tutto ciò che si può apprendere.
Non mancano i siti per giocare anche con giochi che favoriscono l'apprendimento, ad esempio education

Ricercare qualcosa con un motore di ricerca[modifica]

Proviamo a fare un esempio di ricerca con DuckduckGo, ma possiamo ottenere gli stessi risultati con Google.
Per meglio comprendere la spiegazione è opportuno aprire con un click destro la finestra di [https://duckduckgo.com/ DuckduckGo. Tutti i motori di ricerca hanno una casella per la ricerca che sarebbe bene non confondere con la barra degli indirizzi. La casella di ricerca ha come simbolo una lente mentre nelle barra degli indirizzi, che comunque fa anche da casella di ricerca, è visibile l'indirizzo URL della pagina, che in questo caso è https://duckduckgo.com.

Motore di ricerca con casella di ricerca al centro e barra indirizzi in alto

Una volta aperta la finestra proviamo ricercare la parola cavallo. Da subito possiamo notare come dalla casella di ricerca discende una lista di suggerimenti, poiché potrebbe essere il caso in cui si stia cercando un cavallo disegno da colorare.
Procediamo scegliendo cavallo ed il motore di ricerca ci presenterà tutti i risultati trovati spostando la casella ricerca in alto e facendo apparire un menù orizzontale: Tutto, Immagini, Video, Notizie, Mappe ed altri contenuti. La scelta di uno di quei menù, ad esempio immagini, ci restituirà una raccolta di sole immagini, e così per i video e gli altri contenuti. Una volta scelto sotto al primo menù orizzontale ne compare un secondo: un bottone per la scelta del paese Italia, uno per modulare la Ricerca sicura:, Data, Dimensioni...Tutte le licenze.
Se il materiale trovato dovesse servire per essere in qualche modo ripubblicato si deve prestare attenzione alle licenze[1] con il quale è rilasciato.[2]

Ricercare informazioni e contenuti in rete[modifica]

Se poi la ricerca deve essere fatta per studiare non mancano le enciclopedie. Ci sono enciclopedia i cui contenuti sono liberi[3] e liberamente riutilizzabili:

  • wikipedia informazioni puntuali su qualsiasi argomento comprensive delle fonti a cui approfondire
  • wikiversità dove si trovano diverse lezioni adatte a tutti gli ordini di scuola
  • wikibooks
  • vikidia enciclopedia adatta a studenti tra gli 8 e i 13 anni dove studiare ma anche contribuire

e altre che si possono consultare ma non copiare e riutilizzare

In tutti i casi se la ricerca è fatta con lo scopo di produrre poi un proprio lavoro è sempre opportuno leggere e cercare di riscrivere il contenuto usando parole proprie e ciò che si è realmente compreso, in una parola si deve parafrasare ciò che si è letto avendo il vantaggio di poterci aggiungere immagini ed altri contenuti multimediali.

Non è comunque obbligatorio leggere per riuscire a studiare con internet. La rete da la possibilità di imparare anche guardando, e ascoltando attentamente, un video o giocando con una attività interattiva, come ad esempio Simulazioni di Phet. Su youtube si trovano moltissime risorse e con un minimo di pazienza scegliendo opportunamente il video da guardare si possono imparare molte cose.

Se sei ancora un bambino esiste una versione di youtube che ti può aiutare a trovare più facilmente ciò che cerchi

ti devi far aiutare dai genitori che in questo modo preparano youtube kids per te, in modo che tu possa trovare ciò che ti serve.
La stessa RAI mette a disposizione molti filmati adatti all'apprendimento:

Ricercare immagini[modifica]

  • wikimedia commons tutte le immagini hanno licenze libere quindi possono essere riusate avendo la sola accortezza di citarne la provenienza e l'autore, inoltre sono facilmente collegabili ad eventuali scritti digitali pubblicati
  • pixabay una grande collezione di immagini corredate delle licenze, seppure non esclusivamente, sono presenti moltissime immagini con licenze libere

Contenuti in inglese[modifica]

E' ovvio suggerire di fare ricerche anche in inglese, si possono facilmente tradurre le parole ricercate con un traduttore online e copiarle poi nella casella di ricerca. In rete i contenuti in inglese sono di gran lunga i più numerosi e spesso aiutano nello studio. Come esempio un visualizzatore anatomico 3d: Biodigital - Explore human body

Importanza delle licenze[modifica]

Se cerco semplicemente di capire come e quando è avvenuta la discesa dei Barbari in Italia o volgio vedere il video e acoltare la canzone del mio rapper preferito, faccio una ricerca in rete, studio o ascolto. Devo però fare un po' di attenzione se poi voglio copiare e ripubblicare quel testo oppure usare quel brano come colonna sonora di una mia collezione fotografica, o, ancora, utilizzare quella bella foto come sfondo per un mio sito.
Nel caso insomma di voler ripubblicare qualcosa è importante che si tengano in considerazione le licenze con le quali il materiale è pubblicato e che si proceda alla ripubblicazione rispettandole, cosa che spesso significa attribuire la stessa licenza al nostro lavoro. Fortunatamente esistono circuiti virtuosi da questo punto di vista come le wiki, pubblicare su Wikiversità, o su Vikidia, utilizzando immagini prese da wikimedia commons permette di rispettare le licenze in modo automatico così da conservare e condividere il sapere pubblicato in modo corretto e legale.
Per saperne di più: Pubblicare contenuti in rete

Devices e loro utilizzo[modifica]

Conoscere le caratteristiche e le potenzialità tecnologiche degli strumenti d’uso più comuni. In generale qualsiasi device permette di navigare in rete, di utilizzare programmi e di conservare materiali di natura diversa sotto forma di file: immagini, testi, video o semplicemente audio.

funzioni dell'hardware[modifica]

La capacità di svolgere queste funzioni sono date da particolari componenti hardware: la CPU e la RAM si occupano di far girare i programmi (software) installati sul sistema operativo e la memoria interna è lo spazio dove possiamo salvare sul telefono i nostri dati, foto o documenti che siano, sui pc è rappresentata dal disco fisso, ultimamente diventato solido, come è su tablet e smartphone. Un'altra componente che non è riportata in tabella ma che può influenzare le prestazione è la scheda grafica GPU comincia ad avere una importanza rilevante.

Caratteristiche dell'hardware[modifica]

Le caratteristiche che definiscono le prestazioni dei nostri device sono:

  • frequenza e modello della CPU (Central Processor Unit), si misura in GigaHertz (miliardi di cicli), in origine la sola frequenza determinava a tutti gli effetti la potenza della CPU, ad oggi ci sono altre caratteristiche come il numero di core e la stessa frequenza può essere ridotta mantenendo le prestazioni
  • quantità di RAM (Random Access Memory), è la memoria del PC dove vengono caricati i programmi per essere eseguiti, nei computer attualmente in vendita va da 4 a 16 GB, da notare come anche gli smartphone oramai sono equipaggiati con la stessa quantità
  • e grandezza della memoria interna o del disco fisso, sull' hard disk vengono salvati i file dei testi, delle immagini, dei video ... e ci sono scritti il sistema operativo ed i software che per funzionare devono essere caricati nella RAM.- La grandezza in genere va dai 500GB = 0,5 TB a 1000GB = 1TB. Pur mantenendo il nome si stanno cominciando ad affermare i dischi a stato solido, che hanno le funzioni del disco, ma sono molto più veloci anche se attualemyte (2021) meno capienti.

Nella tabella vediamo quali sono le caratteristiche di CPU, RAM, Memoria interna e modalità di collegamento ad internet che si trovano generalmente sui nostri device.


Tipo CPU (GHz, Core) RAM (GB) Memoria interna (GB) Rete
Smartphone 1 o 2 Ghz, 4 o 8 core Da 1 a 12 GB Da 32 a 256 GB 4g e Wifi
Tablet 1 o 2 Ghz, 4 o 8 core Da 1 a 8 GB Da 32 a 128 GB In genere Wifi
PC 2 o 3 Ghz, 8 core Da 4 a 16 GB Da 256 a 1024 GB Cavo e Wifi


Sistema operativo[modifica]

sistema operativo
Smartphone Android, IOS
Tablet Android, IOS
PC Windows, MacOS, Linux, ChromeOS, Android

Smartphone[modifica]

Lo smartphone è un ottimo strumento per l'apprendimento, soprattutto per ricercare, leggere informazioni, tenendo conto di non esagerare con i tempi di lettura, e fruire di contenuti multimediali. In genere i sistemi operativi in uso, Android o IOS, sono ricchi di app adatte all'apprendimento.

Oneplus 6T

Dalle chat, agli strumenti di messaggistica utili per collaborare con altri e per chiedere informazioni direttamente, con il telefono è facile anche partecipare ad una videochat. Se si tiene conto poi che il sapere è di fatto nella sua quasi totalità contenuto in rete il fatto che uno smartphone dotato di scheda sim permette il collegamento alla rete in mobilità lo rendono ancor più funzionale.
Uno smartphone:

  • permette di fare ricerche su internet
  • sostituisce un vocabolario e un dizionario, multilingue non anche la pronuncia audio
  • permette di leggere ebook
  • permette di gestire la nostra comunicazione via telefono, chat, messaggistica, social, mail
  • ci permette di fare foto e piccoli video e di condividerle, quali appunti multimediali
  • si prendono appunti corredandoli anche di foto[4]
  • si studia almeno come primo approccio cercando gli argomenti in rete su Wikipedia, su Wikiversità o su weschool
  • ci fa da agenda

Per molte di queste funzioni è opportuno saper gestire i propri account, utenti, sul telefono onde non ritrovarsi senza permessi di accesso ad alcune funzioni semplicemente poiché non riconosciuti dal servizio richiesto, cosa che in genere succede cercando di editare documenti condivisi partendo da una utenza mail sbagliata.


Smartphone per apprendere più facilmente[modifica]

Lo smartphone innazitutto poichè è particolarmente portatile può aiutarci nello studio. Il sistema operativo, prenderemo come riferimento Android, ci fornisce:

una calcolatrice,
sia nella versione semplice che in quella scientifica;
un browser per navigare in rete e con questo un dizionario,
provate una qualsiasi ricerca, ad esempio cavallo, e vedrete che la prima voce offerta è quella che proviene da un dizionario che la spiega, seguita da wikipedia ed altre enciclopedie;
una app traduttore
che non vuol dire che avete finito di faticare anzi vuol dire che potete partire a tradurre controllando quello che state facendo
un accesso ad un repository di file
se avete bisogno di consultare velocemente i vostri materiali
un navigatore
che ci guida al posto che dobbiamo raggiungere
uno strumento per esperimenti
grazie ai sensori misura l'accelerazione e la velocità di movimento.
Lo smartphone ci aiuta nelle difficoltà[modifica]

Se avete voglia di ulteriori facilitazioni lo smartphone vi aiuta a compensarle:

Microphone-outlined-circular-button
scrivere sotto dettatura
in genere lo smartphone permette di usare i comandi vocali e in alcune tastiere, ad esempio gboard, è possibile ricorrere alla dettatura vocale[5], ma lo potete fare anche attivando plugin nel browser o nelle app per scrivere online come gdocument[6]


leggere il testo scritto
ad esempio dopo aver ricercato la parola cavallo si può trattenere il tocco sul testo e scegliere seleziona tutto nel menù a comparsa e poi leggi ad alta voce
parlare per noi attraverso la CAA
ci sono app come ad esempio Let Me Talk che ci permettono di comunicare attraverso la Comunicazione Alternativa Aumentativa[7] trasformando in frasi le nostre sequenze di simboli
I sensori dello smartphone[modifica]

Installando una delle applicazioni che si trovano cercando sensors nello store potete vedere i valori registrati dai diversi sensori presenti nello smartphone. Uno smartphone può misurare la temperatura esterna, con un sensore temometro, e conosce la propria posizione, sensore GPS, o la direzione della forza di gravità, accelerometro.

Accelerometro[modifica]

La principale funzione dell'accelerometro è quella di girare lo schermo quando mettiamo il telefono in posizione orizzontale, come facciamo per scattare una foto. L'accelerometro fa sapere al telefono in che posizione si trova rispetto alla forza di gravità e questo permette al sistema operativo, un software, di posizionare lo schermo in orizzontale o in verticale. L'accelerometro registra anche i movimenti del telefono, soprattutto quelli un po' bruschi ed improvvisi, cosa che permette ad esempio di far rientrare la camera nei telefoni che l'hanno a scomparsa in modo che non si rompa per una caduta accidentale.

Accelerazione, app ed esperimenti

Per poter conoscere i valori dell'accelerazione misurata dal proprio smartphone si possono usare delle app: Physics Toolbox Sensor Suite è una di queste e permette anche di registrare i valori e conservarli o condividerli su un file .csv.

Giroscopio[modifica]

Ultimamente sugli smartphone viene montato anche un Giroscopio che è in grado di rilevare in modo preciso ed immediato la posizione del telefono. Questo permette di avere un'ottima precisione se in un videogioco ci viene richesto di guidare qualcosa attraverso i movimenti dello smartphone. Il giroscopio inoltre, grazie alla sua sensibilità, permette al software di comprendere se ci si muove in auto, in bici o a piedi e, mantenendo la propria direzione, è alla base del software che fa da bussola.[8] Il giroscopio è più sensibile e preciso dell'accelerometro.[9] Una app come Sky Map usa il giroscopio per tenere conto della posizione del telefono deducendone la porzione di cielo inquadrata.

Orologio[modifica]

L'orologio dello smartphone mantiene sempre l'ora esatta grazie al fatto che si sincronizza in rete con dei server, in realtà qualsiasi device collegato alla rete può fare la stessa cosa grazie ai server N.T.P. (Network Internet Protocol)[10]. La sincronizzazione fa si che non ci sia bisogno di ricordarsi di cambiare l'ora al passaggio tra ora solare e ora legale e viceversa. In genere insiem all'orologio la app fornisce anche un cronometro, un timer ed una sveglia.

Audio: microfono e casse[modifica]

La parte audio del telefono ha un utilizzo di base molto semplice permette registrare, ovviamente anche la parte audio di un video, ed altrettanto ovviamente riprodurre la registrazione. Registrare e riascoltare lezioni o conferenze. Non è nemmeno difficile fare in modo che, grazie ai servizi messi a disposizione in rete, il telefono scriva sotto dettatura, sempre che sia utile trasformare l'audio in testo scritto. Il telefono è in grado anche di tradurre, forse in modo non precisissimo, da una lingua all'altra, e, sicuramente per l'inglese, ci può servire per ascoltare la pronuncia corretta delle parole straniere, almeno le più comuni.

Musica

Il telefono grazie ad apposite app può essere trasformato in uno strumento musicale, ad esempio Hang Drum con il quale suonare[11]. Sono presenti inoltre moltissime app per imparare a suonare.

Suoni

Il telefono mette poi a disposizione app che permettono di analizzare o di riprodurre suoni basandosi sulle loro caratteristiche fisiche: Audio Frequency Counter analizza l frequenza di un suono, mentre generatore di frequenze suona un suono ad una frequenza scelta.

Macchina fotografica e videocamera[modifica]

Spiegare a degli adolescenti a cosa servono la macchina fotografica e la videocamera dello smartphone è fuoriluogo. Sono loro che riempiono di contenuti Tik Tok o Instagram videoriprendendo e pubblicando attraverso le app dedicate.
Ma non sarebbe male se imparassero ad usare questi strumenti anche per fotografare soggetti utili all'apprendimento, ad esempio monumenti, bello il concorso Wiki Loves Monuments o targhe, utili testimoni di episodi storici.
La videoripresa di una lezione, o di piccoli spezzoni significativi, potrebbero rivelarsi molto utili all'apprendimento, ovviamente dopo aver avuto il consenso ad essere ripreso dal compagno o dall'insegnante.

Huawei P20 Pro - Leica triple camera system

In genere le videocamere dello smartphone hanno una buona resa di immagine. Si deve però fare attenzione alla lunghezza in tempo della ripresa che potrebbe avere dei limiti, in alcuni casi il software della videocamera ha dei limiti temporali, generalmente 5 minuti, che servono ad evitare di riempire la memoria. Per evitare i limiti di tempo una volta verificata la capacità del proprio telefono si possono usare software per la videocamera che permettono impostazioni più adeguate ad esempio Open Camera.

Sensore di prossimità[modifica]

Il sensore di prossimità, cioè uno strumento che rileva che vicinissimo al telefono vi sia qualcosa, serve innanzitutto a rendere insensibile il touchscreen quando avviciniamo il telefono all'orecchio per telefonare ed, anche, a spegnerlo nel momento in cui lo mettiamo in tasca. In pratica spegne lo smartphone quando deve fare le funzioni di base di un telefono.

GPS[modifica]
ConstellationGPS

A bordo di ogni smartphone, ma non di un tablet, c'è sempre un sensore GPS (Global Positioning System). La funziona del GPS è quella di localizzare il telefono sulla terra, cioè di trasmettere al telefono le coordinate, longitudine, latitudine e quota, alle quali si trova. Il sistema GPS funziona[12] scambiando dati e segnali con i satelliti in orbita intorno alla terra, quindi almeno per il telefono non è necessario avere una connessione dati per localizzarlo, ma è indispensabile che il telefono sia esposto a porzioni di cielo. Il GPS funziona all'aperto anche senza rete dati, ma non funziona in una grotta, anche se in alcune gallerie la mancanza del segnale diretto dei satelliti viene compensata dalla rete dati.
Uno degli utilizzi più comuni del GPS è quello di navigatore per guidarci in un luogo, ad esempio utilizzando GoogleMaps o Osmand, inserendo l'indirizzo della meta, il software calcola il percorso da seguire e ci guida. Un secondo utilizzo piuttosto comune è quello di tracker, openGPS tracker o lo stesso Osmand, permettono di registrare il percorso compiuto, o dei particolari punti di interesse (P.O.I), che poi possono essere condivisi con differenti applicazioni di pubblicazione online, Strava ad esempio, oppure usati per completare la mappa libera del mondo OpenStreetMap.

Magnetometro[modifica]

Negli smartphone di ultima generazione è presente anche un magnetometro che rileva i campi magnetici. Ikl suo utilizzo più comune è quello di rilevare il campo magnetico terrestre e di permettere il funzionamento della bussola, ad esempio con una appa come Compass.

App utili all'apprendimento[modifica]

Per avere a disposizione le funzioni utili all'apprendimento dello smartphone basta oinstallare la app adeguata, anche nel caso sia semplicmente una web-app, cioè di fatto un collegamento ad un sito. Per trovare la web adatta si va su uno store, Google play Store sull'Apple S, o se si vuole app opensource su F-Droid e si fa una ricerca, che ovviamente ha maggiori possibilità di successo se fatta anche in inglese.
Qui sotto un elenco sicuramente non esaustivo, cioè non completo, delle app che possono essere utili per l'apprendimento. La gran parte installabile dal Google Play Store, e probabilmente con qualche differenza dall'Apple store.

  • Fdroid è uno store di app solo con software libero, ovviamente non si scarica dal Google play, la lista di tutte le app presenti su Fdroid
  • Let Me Talk scrivere in CAA e il telefono parla per noi
  • Calcolatrice
  • Calcolatrici Un elenco piuttosto grande delle calcolatrici messe a disposizione da Android
  • AAC Talking Tabs Creare tabelle in CAA
  • Plan Net E' un motore di ricerca che grazie ad una foto riconosce una pianta
  • Babbel Una app per imparare le lingue fornendo continui esercizi
  • Duolinguo Un'altra app per imparare le lingue straniere
  • MX Geo Atlante mondiale
  • Anatomia umana Raccolta delle app disponibili per anatomia umana
  • Vid Analysis Free Una app che permette di fare video tracking per studiare i moti, molto semplice
  • Commons La app che permette di contribuire con le proprie immagini a Wikimedia Commons
  • coltellino Svizzero App che attraverso i sensori dello smartphone mette a disposizione: una bussola, un cronometro, una livella, una lente d'ingrandimento...
  • Convertitori di unità di misura Convertire unità di misura, imparandole. Bello replicare queste app programmando con scratch o anche esercitandosi con delle equivalenze
  • Sky Map sapere il nome delle stelle e dei pianeti in cielo


Installare app non presenti nel Play store[modifica]

Se una app non risulta presente sul play store, cosa che vale per alcune app educative ad esempio Fdroid o Let Me talk, si deve cercare in rete il file apk, si mette nella casella di ricerca il nome della app seguito da apk. Una volta rovato lo si scarica e lo si installa automaticamente permettendo, cosa che in genere viene richiesta, l'installazione da fonti sconosciute nelle impostazioni del telefono.

Tablet[modifica]

Un tablet è in buona sostanza uno smartphone con meno accessori ma con uno schermo più grande che facilita la lettura e l'interazione, ad esempio su un tablet si può usare geogebra in modo più produttivo. I tablet infatti condividono con gli smartphone i sistemi operativi che sia Android[13] o IOS[14].

PC[modifica]

E' banale scrivere che un pc è utile per lo studio, di fatto un pc è utile per qualsiasi lavoro, anche per organizzare il lavoro manuale. Anche nel caso del pc oramai la cosa importante è che sia collegato alla rete internet e che abbia sufficiente potenza per poter navigare in rete visualizzando ed interagendo con i siti moderni, che in generale richiedono al pc di compiere un po' di lavoro per loro in modo da offrire pagine particolarmente interattive.


Sistema operativo e software[modifica]

Esistono diversi sistemi operativi per pc: Windows, MacOS, Linux, ChromeOS ed in alcuni casi anche Android, questa ultima scelta rende il computer molto simile agli smartphone. I pc portatili permettono anche di lavorare in mobilità e da qualche anno hanno prestazioni del tutto paragonabili ai pc desktop di casa, e, in alcuni casi, anche alle workstation dedicate a lavori particolari come grafica, fotoritocco, montaggio video o creazione di contenuti 3d. Generalizzando nella maggior parte dei lavori scolastici di apprendimento la cosa importante è che il pc abbia una connessione ad internet e possa fare uso della piattaforma scelta dalla scuola.
Per produrre si possono usare i software più disparati: videoscrittura, presentazioni, fotoritocco, montaggio video, CAD e modellazione 3D, ed anche moltissimo software messo a disposizione online, ecco perché serve potenza.
Vi sono moti software proprietari di produzione offline ma onde evitare barriere di accesso economiche descriviamo brevemente solamente software opensource che sono liberamente scaricabili ed installabili dalla rete, anche molto facilmente nel caso venga adottato come sistema operativo una distribuzione linux. Nella tabella qui sotto vengono riportati alcuni software a partire dalle suite per l'ufficio che di fatto sono una raccolta di software per scrivere (videoscrittura), fare calcoli (foglio elettronico), disegnare, presentare diapositive (presentazioni).

Funzionalità Software proprietari Software liberi
Suite Online Suite Online Windows GNU/Linux Mac OS
Suite per ufficio
Comunicare, mail, chat, videochat
Cloud, deposito file online
  • CryptDrive
  • NextCLoud
Videoscrittura
  • Documenti Google
  • Word365
Foglio elettronico
  • Fogli Google
  • Excel365
  • Fogli
Creazione di presentazioni
  • Presentazioni Google
  • PowerPoint365
  • Presentazione
Disegnare
  • Paint
  • Disegni Google
  • Paint365
  • Lavagna
Quiz e test
  • Moduli google
  • Sondaggio
Altri software
  • Maps Google, Sites Google
  • KanBan, Codice

[15]

Utente e password[modifica]

Sia che devi gestire una mail sia che devi fare la login su una piattaforma scolastica, ad esempio Moodle o Chamilo, si deve imparare ad inserire utente e password.

Mediawiki 1.25 sign in form

L'inserimento dell'utente e della password, in generale, deve essere corretto non si possono sostituire lettere maiuscole con minuscole, né introdurre spazi dove non ci sono e nédimenticare punti o altri segni.

Minetest-5.5.0-join-game-screen

Ad esempio nella finestra che serve per giocare Minetest online utente e password vanno inseriti nelle caselle: Name e Password.

Utente è personale[modifica]

L'utente è il nome con il quale si viene riconosciuti in rete. Il nome dell'utente viene chiamato anche nickname. In generale il nome dell'utente non deve rivelare troppe informazioni sulla persona che lo usa, anche se in molti casi coincide con l'indirizzo mail che in genere riporta nome e cognome per ovvi motivi di comodità. Non è una brutta idea comunque usare diversi nomi utenti a secondo dei contesti, un nickname molto anonimo per i giochi online ed uno meno segreto ad esempio per lavorare su Wikipedia o per partecipare alle attività sulla piattaforma scolastica.
Le azioni che l'utente fa in rete ricadono sotto la nostra responsabilità se viene scritta una mail offensiva col un utente il responsabile è la persona che ha qual nome utente, ed è sua la responsabilità di dimostrare di non essere coinvolto. Ecco perché utente e password sono strettamente personali.

Password difficile(?)[modifica]

Scegliere una password e ricordarla è sempre un esercizio complicato, sia che l'abbiamo scelta sia che ci sia stata assegnata senza la possibilità di cambiarla.
Le password che si ricordano meglio: la data di nascita, il nome scritto al contrario, non sono garanzia di sicurezza.
Purtroppo le password che si ricordano meglio sono anche facili da hackerare, cioè permettere che qualcuno se ne impossessi e di conseguenza agisca a nome nostro in rete. Meglio fare lo sforzo di ricordare password diffcili di almeno 8 caratteri, maiuscoli e minuscoli, con numeri e segni alfanumerici, soprattutto se si lavora su utenze date a scuola che quindi se rubate, potrebbero avere conseguenze anche per gli altri compagni e, probabilmente, per tutto la piattaforma scolastica. A questo punto pare quasi ovvio dover ricordare che la password è strettamente personale, non va comunicata nessun altro, a nessun compagno, fatta eccezione per i genitori e gli insegnanti.

Il login (autenticarsi)[modifica]

Phishing Login

Se si conoscono utente e password è possibile fare il login. Si va sul sito nel quale si vuole accedere e si inseriscono utente e password. In genere utente e password sono case sensitive si devono rispettare maiuscole e minuscole, segni e numeri e segni di interpunzione: punti, virgole. Si deve fare attenzione di non mettere spazi che non si vedono ma a tutti gli effetti contano come un carattere.
In genere mentre si digita la password sullo schermo compaiono degli asterischi, in alcuni casi non compare proprio nulla, questo per proteggere la vostra password da eventuali occhi indiscreti, di un compagno o, per gli adulti, di un collega.

Scollegarsi[modifica]

E' raccomandatissmo uscire dai propri account quando di smette di utilizzare il computer o il tablet a scuola ed in tutte le occasioni che una macchina viene condivisa tra più persone. Un buon modo per avvalersi degli strumenti condivisi è quello di utilizzare la navigazione anonima, oltre ovviamente a non salvare mai le proprie password sul pc. E' bene ricordare che quello che nel lavoro sul pc online o offline che sia tutte le azioni ricadono sotto la responsabilità dell'utente loggato, quindi siamo responsabili delle azioni che vengono commesse da chi si autentica sul sistema o in rete con il nostro utente.

Chaptca[modifica]

Il Chaptca è una procedura che viene messa in atto per evitare la login alle risorse da parte di software pirata malintenzionati. In genere si tratta di una prova che si ritiene dimostri il fatto che chi sta richiedendo la login sia un essere umano, leggere e scrivere una sequenza di numeri che compaiono in una immagine o selezionare delle immagini in base a qualcosa che vi è rappresentato in diversi modo.
Può capitare di ripetere tentativi di login sbagliando l'utente o la password, il sistema in questi casi propone chaptca per verificare che i tentativi ripetuti non siano fatti da un software maligno.

VikidiaRegistrrsiChapthcaAperto


Mail, gruppi mail, LMS e classi virtuali[modifica]

Da qualche anno tutte le scuole si sono dotate di piattaforme educative: Gsuite, Microsoft365 e i corrispondenti opensource Moodle, Chamilo, Claroline. Anche alcune aziende si sono dotate di questi strumenti per la formazione del personale.
Le piattaforme permettono agli insegnanti di organizzare le classi, assegnare i compiti, proporre dei test e dei quiz e di registrare l'andamento scolastico, gli studenti vi trovano i materiali per lo studio e svolgono compiti e attività di apprendimento mantenendosi in contatto tra lor e con gli insegnanti.
In rete è anche possibile organizzare le proprie classi su Geogebra per l'appredimento della geometria e della matematica, o per la primaria Susydiario, indipendetemente dalla piattaforma adottata dalla propria scuola.
Qualunque sia la piattaforma scelta dalla scuola per gestire gli apprendimenti è indispensabile per tutti saper gestire in modo adeguato anche se non esperto alcuni strumenti essenziali. La mail, che, in genere, da agli studenti, ed agli insegnanti, la propria identità virtuale, l'assegnazione a gruppi, persone che si possono scrivere mail utilizzando un solo indirizzo, classi virtuali, come i gruppi ma con una struttura interna che divide insegnanti da studenti, dando ai diversi ruoli diversi compiti.

Mail[modifica]

Gmail 2020

In generale il contatto che uno studente ha con la propria scuola passa innanzitutto attraverso la mail. sulla mail arrivano avvisi, compiti, informazioni, collegamenti a siti interessanti per lo studio, eventuali comunicazioni personali e soprattutto le notifiche di tutto quello che succede in un normale processo di apprendimento. L'insegnante mette del materiale da studiare sulla piattaforma, una mail ci avvisa. Viene assegnato un compito o viene condivisa una risorsa, immediatamente compare una mail di notifica nella nostra casella mail. E' quindi un buon modo di usarla quello di controllarla regolarmente, quotidianamente. Oltre ad informarci la mail può essere usata anche per comunicare con l'insegnante, con un compagno, e, se è permesso, anche con tutti i compagni insieme attraverso una mail di gruppo o la chat comune sulla piattaforma.

Classroom[modifica]

300pxGoogle Classroom Logo

Classroom è il gestore della classe che Google mette a disposizione insieme alle Gsuite for education. L'insegnante può così creare gruppi classe e sottogruppi, pubblicare compiti e verifiche, proporre dei quiz e distribuire materiali per il proprio corso. Per uno studente classroom si presenta come una delle tante app di Gsuite ed è integrata con la mail e con i software per scrivere, per disegnare, per creare presentazioni ed altri.
Una notifica sulla mail ci avvisa se vengono assegnati compiti o se viene pubblicato qualcosa su classroom, cosa che ovviamente sappiamo anche accedendo alla classe virtuale attraverso la app, sia da pc che da smartphone o tablet.
I compiti possono essere di varia natura ed in genere si possono riconsegnare attraverso appositi tasti invia o consegna ben visibili nell'interfaccia di lavoro. In alcuni casi sarà possibile essere invitati a collaborare scrivendo in contemporanea con altri compagni lo stesso documento, che ha comunque la possibilità di evidenziare i contributi di ognuno.
Se impostato lo studente su classroom riceve in genere commenti e correzioni e valutazioni da parte dell'insegnante.

Moodle[modifica]

LogoMoodle

Moodle è un LMS (Learning Management System) completo per gestire l'apprendimento attraverso corsi e gruppi. Gli studenti vi partecipano attraverso utente e password, anche se è fortemente consigliato avere una mail nel proprio profilo per ricevere automaticamente le notifiche, cioè quelle mail che ci avvisano di dover fare un compito o un quiz. Moodle mette a disposizione dell'insegnante e di ogni studente un deposito materiali per lo studio, dei contenuti interattivi, dei quiz, e registra e conserva i risultati nelle verifiche e nei quiz degli studenti, è anche dotato di una chat interna.
Moodle è un software server piuttosto potente e vien utilizzato in molte scuole ed università per mettere a disposizione dei propri studenti i corsi online.

Chamilo[modifica]

Chamilo LMS

Chamilo è un LMS (Learning Management System) completo per gestire l'apprendimento attraverso corsi e gruppi con una interfaccia particolarmnete semplice e accattivante. Per le sue cartterristiche potrebbe essere particolarmente indicato per la scuola primaria. Gli studenti vi partecipano attraverso utente e password, ma può essere utile avere una mail, che nel caso di studenti molto piccoli può essere quella di un genitore. Chamilo permette di proporre agli studenti tutti gli strumenti necessari all'apprendimento: un deposito materiali per lo studio, dei contenuti interattivi, dei quiz, e registra e conserva i risultati nelle verifiche e nei quiz degli studenti, è anche dotato di una chat interna, che può essere attivata o disattivata dell'insegnante, così come tutti gli altri servizi in un modo molto semplice.
Chamilo è comunque un software server potente e vien utilizzato in molte scuole ed università per mettere a disposizione dei propri studenti i corsi online.

Gruppi e classi virtuali[modifica]


Susydiario[modifica]
Logo susy diario

Susydiario è una piattaforma che permette di gestire classi virtuali nella scuola primaria. Su SusyDiario, una volta che un insegnante ha impostate una classe, è possibile studiare ed esercitarsi sfruttando internet e le tecnologie multimediali in un ambiente protetto. Gli esercizi e le attività che vi si trovano sono predisposte dagli insegnanti ed organizzati in lezioni. Gli studenti possono lavorare da soli o in gruppo. Gli stessi insegnanti possono collaborare e comunicare tra loro. Su Susydiario si possono fare anche gite virtuali.

Geogebra[modifica]
Geogebra groups

Geogebra permette ad un insegnante di gestire la classe attraverso lo strumento dei gruppi. L'insegnante può mettere a disposizione degli studenti il proprio materiale ed anche quello condiviso dall'intera community. E' possibile poi proporre delle attività sotto forma di compiti o di verifiche ai propri studenti che comprendono anche quiz, compiti che una volta riconsegnati possono essere corretti direttamente sul sito. Geogebra permette anche di assegnare compiti attraverso Classroom di Google.

Cmap[modifica]
PredationintraguildeCMAP

Cmap è un potente strumento collaborativo per produrre mappe mentali e cognitive. Funziona come software sul proprio pc ma permette anche di connettersi con i server della rete cmap dove condividere le mappe create e collaborare nelle creazione. [16]

Produzione personale[modifica]

Gsuite[modifica]

Google Docs Editors logo

Gsuite for Education[17] è una suite di software, simile a Libreoffice ma funzionante online dentro un browser, alla quale sono stati aggiunti un insieme di strumenti a partire da drive, uno spazio per i propri file, e dalla mail. Gsuite mette a disposizione la possibilità di condividere velocemente documenti e di poterli scrivere in collaborazione simultaneamente. Non mancano tutorial e guide per imparare ad usare bene gli strumenti di Gsuite.

  • Gmail è la mail collegata alla gsuite, nella finestra di gmail si trovano anche le chat e le videochat, su gmail si recevono le notifiche delle condivisioni o dei compiti assegnati in classroom
  • Drive permette di caricare, scaricare e condividere i propri file
  • Documenti Google è il programma di videoscrittura arricchito dalla possibilità di condividere e di scrivere in collaborazione simultaneamente con altri autori, mette a disposizione una chat per coordinare il lavoro e la possibilità di fare commenti
  • Fogli Googleè un foglio elettronico anch'esso dotato di strumenti di collaborazione
  • Disegni Google un programma per disegnare con la possibilità di collaborare, adatto a creare mappe mentali per il ripasso e lo studio, collaborativo come Documenti
  • Presentazioni Google serve a fare diapositive, collaborativo come gli altri
  • Moduli Google, serve a fare quiz e sondaggi


Microsoft365[modifica]

Framasoft[modifica]

Ladigitale[modifica]

Didasharing[modifica]

Opendidattica[modifica]

Altre suite[modifica]

Microsoft365[modifica]

Collabra[modifica]

Cryptpad[modifica]

Note[modifica]

  1. WikiHow - Ricerca immagini libere
  2. Pubblicare contenuti in rete
  3. wikipedia licenza libera
  4. [https://www.aranzulla.it/applicazioni-per-studiare-1010296.html Aranzulla - Applicazioni per studiare
  5. Gboard
  6. Gsuite for education
  7. CAA
  8. giroscopio nello smartphone
  9. Sensors on smartphone
  10. Server NTP - INRIM
  11. Suonare con surface
  12. come funziona il GPS - Aranzulla
  13. Wikipedia - Android
  14. Wikipedia - IOS
  15. Origine tabella - Autore REDTURTLE1555
  16. [https://cmap.ihmc.us/cmaptools/cmaptools-download/ Cmap download
  17. [https://www.innovationforeducation.it/approfondimento/che-cose-g-suite-for-education/ Cosa è gsuite for education

Collegamenti esterni[modifica]