''Racconti Incompiuti di Numenor e della Terra-di-Mezzo'' di J.R.R. Tolkien (superiori)

Da Wikiversità, l'apprendimento libero.
Jump to navigation Jump to search
lezione
''Racconti Incompiuti di Numenor e della Terra-di-Mezzo'' di J.R.R. Tolkien (superiori)
Tipo di risorsa Tipo: lezione
Materia di appartenenza Materia: Italiano per le superiori 1
Avanzamento Avanzamento: lezione completa al 100%.
Racconti incompiuti
Titolo originaleUnfinished Tales
AutoreJ. R. R. Tolkien
1ª ed. originale1980
Genereracconti
Sottogenerefantasy
Lingua originaleinglese

I Racconti Incompiuti di Numenor e della Terra-di-Mezzo sono una raccolta di racconti dello scrittore inglese J. R. R. Tolkien pubblicata postuma nel 1980 dal figlio Christopher.

Alcuni dei racconti della raccolta non sono propriamente "incompiuti", poiché hanno una loro effettiva conclusione, mentre altri sono incompiuti e frammentari e hanno spesso richiesto l'intervento del curatore. Inoltre, si trovano racconti che espandono storie già presenti ne Il Silmarillion o ne Il Signore degli Anelli, qui pubblicate in una loro redazione più antica, o più sviluppata, con ulteriori particolari e approfondimenti.

Il libro è strutturato in quattro parti: la prima contiene i racconti incompiuti che riguardano la Prima Era, la seconda quelli della Seconda Era, la terza quelli della Terza Era e la quarta vari approfondimenti sugli Istari, sui Palantíri ecc.

L'Autore[modifica]

Exquisite-kfind.png Per approfondire questo argomento, consulta la pagina John Ronald Reuel Tolkien (superiori).
Tolkien nel 1916, con l'uniforme dell'esercito britannico nella prima guerra mondiale

John Ronald Reuel Tolkien (pronuncia /ˈtɒlkiːn/; Bloemfontein, 3 gennaio 1892 – Bournemouth, 2 settembre 1973) è stato uno scrittore, filologo, glottoteta e linguista britannico. Importante studioso della lingua anglosassone, autore de Il Signore degli Anelli e di altre celebri opere riconosciute come pietre miliari del genere fantasy, quali Lo Hobbit e Il Silmarillion.

Fu Rawlinson and Bosworth Professor di antico inglese dal 1925 al 1945 e Merton Professor di lingua e letteratura inglese dal 1945 al 1959 presso l'Università di Oxford, dove contribui alla creazione del New Oxford English Dictionary. Fu amico intimo di C. S. Lewis, insieme al quale fu membro di un informale gruppo letterario conosciuto come Inklings e fu membro anche della Royal Society of Literature. Nel 1961, Lewis segnalò Tolkien alla giuria del Premio Nobel per la letteratura, che venne però scartato, perché la sua scrittura venne definita "prosa di seconda categoria". Nel 1972 Tolkien ricevette la laurea honoris causa all'Università di Oxford e fu insignito dalla regina Elisabetta dell'onorificenza di Commendatore dell'Ordine dell'Impero Britannico.

Dopo la sua morte, il figlio Christopher pubblicò una serie di opere basate sull'ampia raccolta di appunti e manoscritti incompiuti del padre, tra cui Il Silmarillion. Questi, assieme a Lo Hobbit e Il Signore degli Anelli, formano un unico corpo di racconti, poemi, linguaggi fittizi e saggi su un mondo immaginario chiamato Arda, e la Terra di Mezzo al suo interno. Tra il 1951 e il 1955 Tolkien applicò la parola legendarium alla gran parte di queste opere.

Sebbene molti altri autori avessero pubblicato opere di narrativa fantasy prima degli scritti tolkieniani, il grande successo de Lo Hobbit e de Il Signore degli Anelli, nella loro edizione in brossura negli Stati Uniti, condusse a una riscoperta del genere e diede piena legittimazione all'invenzione di mondi immaginari autonomi, internamente coerenti senza più la necessità di giustificare la loro esistenza come racconti di viaggio in luoghi esotici, sogni che scompaiono all'alba o favole. I suoi scritti hanno ispirato molte altre opere fantasy e hanno avuto un effetto duraturo su tutto il genere e può essere considerato come l'autore di fantasy più importante. Nel 2008, The Times ha posizionato Tolkien al sesto posto in una classifica de "I 50 più grandi scrittori inglesi dal 1945".

La Trama[modifica]

La Prima Parte[modifica]

Tratta due storie della Prima Era, ambientate nel Beleriand, al tempo della guerra di Elfi ed Edain contro Morgoth:

  1. Tuor e il suo arrivo a Gondolin. Si narra della vita di Tuor fino al suo arrivo a Gondolin, la città nascosta degli Elfi, mandato dal Vala del mare Ulmo per salvarla dalla sua fine ormai prossima. Un'altra versione (completa), "La Caduta di Gondolin" si può trovare nel libro Racconti perduti, nonché nel Silmarillion, anche se in quest'ultimo caso molto breve e sintetica.
  2. Narn I Hin Húrin. Si narra della vita di Túrin Turambar fino alla sua morte. Anche di questa storia si trovano versioni più corte nel Silmarillion o nei Racconti perduti, e una versione più lunga nel romanzo I figli di Húrin.

La Seconda Parte[modifica]

È incentrata principalmente sui Numenoreani e sugli Elfi nella Seconda Era:

  1. Descrizione dell'isola di Númenor. Un trattato geografico sulla forma e le caratteristiche dell'isola di Númenor.
  2. Aldarion ed Erendis o la moglie del marinaio. La storia del figlio del Re di Númenor Aldarion, diviso tra l'amore per sua moglie Erendis e quello per il mare.
  3. Il lignaggio di Elros: Re di Númenor. L'elenco dei Re e delle Regine di Númenor, con particolari sulla vita d'ognuno di loro.
  4. La storia di Galadriel e Celeborn e di Amroth re di Lórien. Un insieme di appunti frammentari tra loro, uniti dagli interventi del curatore, sulla storia di Galadriel e di Celeborn e sulla leggenda di Amroth.

La Terza Parte[modifica]

Sono approfondimenti di fatti della Terza Era che riguardano l'ambientazione de Il Signore degli Anelli:

  1. Il disastro dei Campi Iridati. La cronaca della battaglia in cui Isildur morì e l'Unico Anello fu smarrito.
  2. Cirion ed Eorl e l'amicizia di Gondor e Rohan. In questa storia si narra di come nacque l'alleanza di Gondor e Rohan e di come Cirion sovrintendente di Gondor donò i campi del Calenardhon a Eorl e al suo popolo, i Rohirrim, dopo che questi avevano salvato Gondor nella Battaglia del Campo di Celebrant.
  3. La cerca di Erebor. Gandalf racconta a Frodo, Merry, Pipino e Gimli di come riuscì a organizzare il viaggio dei Nani in cui coinvolse anche Bilbo (episodio raccontato nell'opera Lo Hobbit).
  4. La caccia all'Anello. Particolari raccontati da Gandalf a Frodo sul viaggio dei Nazgûl, su Saruman e sulla Contea.
  5. La Battaglia dei Guadi dell'Isen. Come si svolsero le battaglie combattute da Théodred ed Éomer di Rohan contro gli eserciti di Saruman ai Guadi dell'Isen, prima della battaglia del Fosso di Helm.

La Quarta Parte[modifica]

Approfondimenti vari:

  1. I Drúedain. Informazioni sul popolo discendente da Haleth.
  2. Gli Istari. Le cronache sulla scelta, l'arrivo nella Terra di Mezzo, la vita, l'identità, l'operato e altri particolari sui Cinque Stregoni.
  3. Le Palantíri.[1] Tutte le caratteristiche delle Pietre Veggenti di Gondor e Arnor.

Il volume è inoltre corredato da varie appendici e da esaurienti note.

Note[modifica]

  1. Nella traduzione di quest'opera la parola "Palantír" è considerata di genere femminile.