Lo sviluppo delle telecomunicazioni (superiori)

Da Wikiversità, l'apprendimento libero.
Jump to navigation Jump to search
lezione
Lo sviluppo delle telecomunicazioni (superiori)
Tipo di risorsa Tipo: lezione
Materia di appartenenza Materie:
Avanzamento Avanzamento: lezione completa al 100%.

Nel mondo odierno la rapida evoluzione della tecnologia ha influito molto sul sistema delle comunicazioni; infatti grazie all' informatica applicata alle comunicazioni si possono trasmettere suoni, immagini e informazioni da qualsiasi parte del mondo in modo veloce.

La radio[modifica]

La radio è il mezzo con cui avviene la trasmissione di contenuti sonori utilizzati in tempo reale da più utenti situati in una o più aree geografiche e dotati di specifici apparecchi elettronici ed, eventualmente, specifici impianti di telecomunicazione.

Da un punto di vista sociologico la radio è uno dei mezzi di comunicazione di massa tra i più diffusi. Da un punto di vista tecnico è invece un'applicazione delle telecomunicazioni.

La Gran Bretagna il 23 febbraio 1920 trasmise il primo regolare servizio radiofonico della storia, per due ore consecutive al giorno, per un periodo di due settimane e nel 1922 viene fondata la più antica radio del mondo tuttora esistente: la BBC.

La radio è la prima radicale innovazione nelle comunicazioni di massa dopo l'invenzione della stampa e conosce subito un grandissimo successo, soprattutto in America e in Europa.

In Italia nasce la RAI (Radio Audizioni Italia)e gli anni cinquanta sono il periodo d'oro della diffusione della radio; infatti il prezzo degli apparecchi scende vertiginosamente e la radio entra nelle case della maggioranza degli italiani.

Ancora oggi la radio, nonostante il successo strepitoso della TV, riesce a reggere la concorrenza, grazie alla specializzazione dei programmi e al suo radicamento nel costume popolare.

La telefonia mobile[modifica]

La telefonia mobile permette di fare e ricevere telefonate in qualsiasi momento ovunque ci si trovi.

Il settore dei cellulari ha avuto un'evoluzione e una diffusione straordinari: al giorno d'oggi gli abbonati sono quasi 7 miliardi e nel 2017 nel mondo ci saranno 7,4 miliardi di persone e 9 miliardi di cellulari.

Nei paesi più sviluppati il 121% delle persone ha un cellulare, più di uno per persona e, ad esempio, negli Stati Uniti con una popolazione di circa 314 milioni di abitanti gli abbonati sono più di 345 milioni.

Attualmente la telefonia mobile è in crescita a causa dei paesi in via di sviluppo, come la Cina e l'India, perché sono gli Stati più popolati al mondo; infatti nel 2014 gli abbonati in questi Paesi erano circa 5,8 miliardi cioè il 78% della popolazione mondiale.

Il settore della telefonia mobile, inoltre, ha subito un cambiamento notevole con l'invenzione degli smartphone, che hanno le funzioni di un telefono e quelle di un piccolo computer.

Nel 2014 nel mondo c'erano oltre 1,7 miliardi di smartphone, ma entro il 2017 più di un terzo della popolazione mondiale avrà uno smartphone.

Internet[modifica]

Internet è utilizzato, per motivi di lavoro e di svago, da circa 3 miliardi di persone nel mondo cioè il 40% della popolazione mondiale, che connettendosi con un computer o uno smartphone alla linea telefonica o a una rete wireless può navigare in rete.

La diffusione di internet nei paesi in via di sviluppo è del 32% mentre nei paesi sviluppati è del 78%, ad esempio in Africa solo il 19% della popolazione usa internet invece in Europa il 75% degli abitanti si connette in rete.

Grazie ad Internet ed alla telefonia mobile è nato il cosiddetto "villaggio globale", dove tutte le persone del mondo possono mettersi in contatto rapidamente tra loro.