Gestione del Processo Edilizio - PROJECT MANAGEMENT

Da Wikiversità, l'apprendimento libero.
Jump to navigation Jump to search

12.4 LA NORMATIVA VOLONTARIA: CONTRIBUTI DI INQUADRAMENTO TERMINOLOGICO La NORMA UNI 10914:2001 Edilizia[modifica]

Qualificazione e controllo del progetto edilizio di interventi di nuova costruzione e di interventi sul costruito. La norma è caratterizzata da duplice articolazione; si occupa del processo di programmazione degli interventi di nuova realizzazione e sul costruito descrivendone le diverse fasi di sviluppo; mette in relazione i diversi tipi di indagine che possono essere effettuati sul costruito e rende evidente l’importanza della conformità della programmazione degli interventi rispetto alle esigenze del committente e dell’utente

La NORMA UNI 11151:2005 Processo edilizio[modifica]

Definizione delle fasi processuali per gli interventi sul costruito. Del processo edilizio per gli interventi sul costruito sono definite le sequenze temporali, le relazioni e i vincoli caratteristici. La norma evidenzia la specificità dl processo edilizio dell’intervento sul costruito in relazione alla presenza di attività analitiche, alle valutazioni da svolgere in considerazione delle decisioni su conservazione/trasformazione dell'esistente e della coesistenza di interventi concentrati nel tempo e di interventi svolti con continuità.

La NORMA UNI 11150:2005 Edilizia[modifica]

Qualificazione e controllo del progetto edilizio per gli interventi sul costruito. La norma è divisa in quattro parti integrabili:

  • Parte 1: indica gli elementi di supporto per l’elaborazione del documento preliminare alla progettazione di interventi sul costruito, definendo i 3 livelli di approfondimento: strategico, operativo e descrittivo);
  • Parte 2: definisce i contenuti delle fasi a cui la pianificazione della progettazione dell’intervento sul costruito deve fare riferimento;
  • Parte 3: indica i criteri per lo sviluppo delle attività analitiche a supporto del progetto preliminare di un intervento edilizio sul costruito
  • Parte 4: ha l’obbiettivo di fornire a committente, progettista e ad eventuali enti terzi indicazioni per lo sviluppo e il controllo per progetto d’intervento.

La NORMA UNI 10998:2002 Archivi di gestione immobiliare[modifica]

Criteri generali di costituzione e cure. La norma fornisce un quadro articolato della possibile documentazione da censire e delle fonti a cui attingere per il reperimento delle informazioni, indicando tre sezioni principali anagrafica, requisiti anagrafici e esercizi immobiliare.

La NORMA UNI EN 13306: manutenzione Terminologia[modifica]

Definisce i termini generici impiegati per tutti i tipi di manutenzione, una sorta di “vocabolario della manutenzione” organizzato in categorie terminologiche.

La NORMA UNI 10144:1992 classificazione dei servizi di manutenzione[modifica]

Individua 4 criteri fondamentali che possono essere applicati in qualsiasi campi di intervento per la classificazione dei servizi di manutenzione: la tipologia, ossia l’oggetto della fornitura del servizio; la specializzazione, che identifica il campo applicativo del servizio erogato; la modalità, ossia la struttura organizzativa del fornitore; e gli ambiti.

La NORMA UNI ENV 13269:2002 manutenzione[modifica]

Linee guida per la preparazione dei contratti di manutenzione

La NORMA UNI 10145:1992[modifica]

definizione dei fattori di valutazione delle imprese fornitrici di servizi di manutenzione. A esse sono richieste autonomia esecutiva e organizzativa e la responsabilità del servizio erogato; senza dare indicazioni dei livelli minimi di accettabilità del servizio, la norma introduce indicazioni sui 2 metodi per l’attività valutativa: o la verifica documentale o la verifica in campo.

(Manutenzione e recupero)