Certificato Creative Commons/Utilizzo di licenze Creative Commons e opere con licenza Creative Commons

Da Wikiversità, l'apprendimento libero.
Jump to navigation Jump to search

Unità 4: utilizzo di licenze CC e opere con licenza CC

Ora che si è a conoscenza di come funzionano le licenze e come sono progettate, si è pronti all’utilizzo delle licenze CC e CC0 per il proprio lavoro e al riutilizzo di opere con licenza CC create da altri.

La presente unità spiega ciò che è necessario sapere come licenziante CC e come riutilizzatore. Quando il proprio lavoro con licenza CC incorpora lavori con licenza CC fatti da altri, si ricoprono infatti entrambe le figure!

La presente unità è composta di quattro sezioni:

4.1 Scegliere e applicare una licenza CC
4.2 Aspetti da considerare dopo la concessione di una licenza CC
4.3 Ricercare e riutilizzare un'opera con licenza CC
4.4 Combinare opere con licenza CC

Inoltre, sono disponibili delle risorse aggiuntive qualora ci fosse l'interesse a saperne di più su uno qualsiasi degli argomenti trattati in questa unità.

4.1 Scegliere e applicare una licenza CC[modifica]

L'atto di applicare una licenza CC è semplice, ma ci sono diverse considerazioni importanti su cui riflettere prima di farlo.

Pulsante Licenza CC BY. Marchio registrato: Creative Commons.

Risultati di apprendimento[modifica]

  • Indicare le considerazioni più importanti prima di utilizzare una licenza CC o CC0
  • Utilizzare una licenza usando la funzione License Chooser (Scelta di licenza) di CC e CC0 tramite lo strumento Public Domain Dedication (Lavoro dedicato al dominio pubblico) di CC
  • Valutare quale licenza applicare in base a fattori rilevanti

Domanda principale/Perché è importante   [modifica]

Che cosa dovrebbero prendere in considerazione i creatori prima di assegnare una licenza CC o CC0 al proprio lavoro? Esistono diverse opzioni per i creatori che scelgono di condividere il proprio lavoro tramite le CC. Ci sono anche molte cose cui pensare prima di utilizzare una qualsiasi licenza CC o CC0, incluso se si possiedono tutti i diritti di cui si ha bisogno e, in caso contrario, come bisogna segnalarlo al pubblico.

Riflessione personale/Perché è importante per te [modifica]

Come procederesti in merito alla scelta di una particolare licenza CC per il tuo lavoro? Sai come si può effettivamente collegare una licenza al tuo lavoro una volta che ne hai scelta una? Cosa succede se cambi idea sulla licenza?

Acquisire le conoscenze fondamentali[modifica]

Prima di decidere di voler assegnare una licenza Creative Commons o CC0 al proprio lavoro creativo, ci sono alcune cose importanti da prendere in considerazione:

Le licenze e il CC0 sono irrevocabili. Irrevocabile indica un accordo legale che non può essere annullato. Ciò significa che una volta applicata una licenza CC a un'opera, la licenza CC si applica al lavoro fino a quando il copyright sull'opera non arriva a scadenza. Questo aspetto delle licenze CC è altamente vantaggioso dal punto di vista dei riutilizzatori perché hanno la certezza che il creatore non può ritirare arbitrariamente i diritti concessi in base a tale licenza CC.

Poiché le licenze sono irrevocabili, è molto importante considerare attentamente le opzioni prima di decidere di utilizzare una licenza CC su un'opera.

È necessario possedere o avere il controllo del copyright dell'opera. È necessario avere il controllo del copyright sull'opera alla quale viene applicata la licenza. Ad esempio, non si possiede né si ha il controllo sul copyright di in un'opera di pubblico dominio, come non si possiedono o controllano i diritti d'autore su una canzone di Enrique Iglesias. Inoltre, se il materiale è stato creato nell'ambito del proprio impiego, si potrebbe non possedere la titolarità dei diritti e potrebbe essere necessario ottenere il permesso del datore di lavoro prima di applicare una licenza CC. Prima di concedere la licenza, è importante sapere se si dispone del diritto d'autore sul lavoro a cui si sta applicando una licenza CC. Si può fare riferimento all'Unità 2 per informazioni di base sul copyright.

Quale licenza Creative Commons dovrei usare?[modifica]

Le sei licenze Creative Commons offrono una gamma di opzioni per i creatori che desiderano condividere il proprio lavoro con il pubblico pur mantenendo il copyright. Il modo migliore per determinare quale licenza è la più appropriata è pensare al motivo per cui si vuole condividere e al modo in cui si spera che gli altri usino il proprio lavoro.

Ad esempio, ecco alcune domande da prendere in considerazione:

  • Pensi che le persone potrebbero creare nuovi lavori interessanti a partire dalla tua creazione? Vuoi dare alle persone la possibilità di tradurre la tua opera in lingue diverse, oppure personalizzarla per le proprie esigenze? Se è così, allora potresti scegliere una licenza che consenta l'adattamento dell'opera.
  • È importante che le tue immagini possano essere incorporate in Wikipedia? In tal caso, è necessario scegliere licenze come CC BY, CC BY-SA o CC0, poiché Wikipedia non riconosce le immagini concesse in licenza in nessuna delle licenze di tipo NC o ND salvo che in circostanze limitate.
  • Vuoi concedere tutti i diritti sul tuo lavoro in modo che possa essere utilizzato da chiunque nel mondo per qualsiasi scopo? Potresti pensare di utilizzare lo strumento Public Domain Dedication (Lavoro dedicato al dominio pubblico), CC0.

Se avessi bisogno di aiuto per decidere quale licenza potrebbe essere la migliore, questo diagramma di flusso di CC Australia potrebbe esserti utile (si prega di notare che le informazioni contenute non costituiscono assistenza legale).

[inserire immagine] Which Creative Commons license is right for me? da CC Australia. CC BY http://creativecommons.org.au/learn/fact-sheets/licensing-flowchart/

Come posso utilizzare una licenza CC per il mio lavoro?[modifica]

Una volta deciso che si desidera utilizzare una licenza CC e dopo aver capito quale licenza si desidera utilizzare, applicarla è semplice. Tecnicamente, tutto ciò che si deve fare è indicare quale licenza CC si sta applicando al proprio lavoro. Tuttavia, si consiglia vivamente di includere un link (o scrivere l'URL della licenza CC, se si sta lavorando offline) all'atto di licenza CC pertinente (ad esempio, https://creativecommons.org/licenses/by/4.0). È possibile farlo nell'avviso di copyright per il proprio lavoro, a pie' di pagina del proprio sito web o in qualsiasi altro luogo che abbia senso per il formato e mezzo utilizzato per il proprio lavoro. L'importante è chiarire cosa è coperto da licenza CC e posizionare l'avviso in un luogo che lo renda chiaro al pubblico. Fare riferimento alla pagina Marking your work with a CC license (marcatura del proprio lavoro con una licenza CC) per ulteriori informazioni.

Indicare quale licenza CC si sceglie può essere semplice, come nelle note a piè di pagina presenti nel sito BC Open Textbooks.

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di questo sito sono rilasciati con la licenza Creative Commons Attribution 4.0 International License

Grandi piattaforme con YouTube, Medium e Flickr tendono ad avere i loro strumenti di licenza CC integrati che permettono di contrassegnare il proprio lavoro con la licenza CC scelta. Di seguito alcune guide che possono essere utili:

Esistono altre piattaforme importanti e molto utilizzate create per la citizen science, come iNaturalist, dove puoi anche selezionare quale licenza utilizzare e cercare immagini con licenza CC. Le banche dati per articoli scientifici pre-pint come Zenodo hanno anche funzioni integrate per la scelta della licenza. Wikimedia Commons ti consente di scegliere la tua licenza attraverso il suo sistema integrato, ma la scelta è limitata alle sole licenze accettate dai progetti Wikimedia.

Come principio generale, ogni volta che stai decidendo come applicare la tua licenza CC, è importante ricordare che le licenze CC sono progettate pensando all'utente. Nella scelta il tuo obiettivo è fare in modo che sia facile per l'utente che userà la tua opera capire quali termini si applicano quando utilizzano l'opera. Quindi, ogni volta che applichi una licenza CC, rendi la licenza visibile, rendila facile da trovare, cerca di evitare condizioni contraddittore e pensa sempre all'utente che utilizzerà l'opera.

Se si possiede un blog personale o un sito Web, si consiglia di utilizzare lo strumento di scelta delle licenze CC per generare un codice che identifica la licenza scelta. Questo codice può essere copiato e inserito nel proprio sito online.

Ti consigliamo di prenderti il tempo necessario per familiarizzare un minimo con lo strumento di Scelta di licenze CC. Dopo aver selezionato le caselle che indicano le tue preferenze, il selettore genera la licenza appropriata in base a quanto selezionato. Ricorda che il selettore di licenze non è una pagina di registrazione, fornisce semplicemente un codice HTML standardizzato, icone e istruzioni di licenza.

[Inserire immagine sito] E quel testo e l'icona appena sopra il codice? Quel testo / quei collegamenti possono anche essere copiati e incollati sul tuo lavoro per contrassegnarlo con una licenza CC.

Per visualizzare esempi di licenze CC applicate a diversi tipi di creazioni – dai video ai documenti offline – consulta la pagina Marking your work with a CC license (contrassegnare il tuo lavoro con una licenza CC). Ed esplora la nostra pagina degli esempi di licenza.

Come utilizzare una CC0[modifica]

Come le licenze, la CC0 ha il proprio selettore. Se desideri dedicare il tuo lavoro al pubblico dominio, puoi andare sul sito https://creativecommons.org/choose/zero/waiver. Completa i campi richiesti, accetta i termini e quindi ottieni i metadati per contrassegnare il tuo lavoro con CC0.

Se desideri contrassegnare l'opera in un modo diverso o hai bisogno di utilizzare un formato diverso, come la chiusura dei titoli in un video, puoi visitare https://creativecommons.org/about/downloads/ e accedere alle versioni scaricabili di tutte le icone CC.

Attribuzione[modifica]

Ricevere credito per il proprio lavoro[modifica]

Un aspetto importante delle licenze CC è l'attribuzione. CC suggerisce di seguire l'approccio TASL (sia per indicare le proprie parti di contenuto che per indicare le parti di contenuto create da altri)

T = Title (Titolo)
A = Author (autore: descrive ai riutilizzatori a chi dare credito)
S = Source (la fonte, fornisce ai riutilizzatori un link alla risorsa)
L = License (Licenza: collegamento all'atto di licenza CC)

Per ulteriori esempi su come contrassegnare il proprio lavoro in diversi contesti, dare un'occhiata alla pagina completa di marcatura CC.

Dare crediti al lavoro di altri[modifica]

Informazioni TASL:
Creative Commons 10th Birthday Celebration San Francisco by Timothy Vollmer. CC BY 2.0

Se si sta usando l'opera di altri nella propria opera, bisogna dare credito a queste opere all'interno del proprio lavoro.

Quando si fornisce l'attribuzione, l'obiettivo è contrassegnare il lavoro con tutte le informazioni TASL. Quando non si dispone di alcune delle informazioni TASL su un lavoro, è bene includere quanti più dettagli possibile.

Si prega di notare che, a partire dalla versione 4.0, le licenze non richiedono più al riutilizzatore di includere il titolo come parte della dichiarazione di attribuzione. Tuttavia, se viene fornito il titolo, CC ne incoraggia l'inclusione nell'attribuzione all'autore.

A margine vi è un esempio di marcatura di un'immagine con informazioni TASL. L'immagine è un buon esempio di marcatura CC perché i dati TASL con tutti i collegamenti appropriati vengono fornito nella dichiarazione di attribuzione.

Indicare se la propria opera si basa sull'opera di altri[modifica]

Se il proprio lavoro è una modifica o un adattamento di un altro lavoro, è necessario indicarlo e fornire l'attribuzione al creatore dell'opera originale. Si dovrebbe anche includere un link al lavoro modificato e indicare quale licenza si applica a tale lavoro.

Indicare un'opera creata da altri che si sta incorporando nel proprio lavoro[modifica]

Esempio da un corso della Saylor Academy: [Inserire immagine]

In ogni caso, gli obiettivi sono gli stessi: si vuole semplificare ad altri l'identificazione di chi ha creato alcune parti di un lavoro.

  1. Identificare i termini in base ai quali un determinato lavoro, o parte di esso, può essere utilizzato.
  2. Fornire informazioni sulle opere utilizzate per creare il nuovo lavoro o incorporate nel proprio lavoro.

Osservazioni finali[modifica]

Quando vuoi applicare una licenza CC a un'opera:

  1. Utilizza il selettore di licenza CC per determinare quale licenza CC soddisfi al meglio le tue esigenze. Applica il codice di licenza, se possibile, oppure copia / incolla il testo e i collegamenti forniti.
  2. Se utilizzi una piattaforma online, utilizza gli strumenti di licenza CC integrati per contrassegnare il tuo lavoro con una licenza CC.
  3. Contrassegna il tuo lavoro e fornisci la giusta attribuzione ai lavori di altri usando l'approccio TASL.

Non esiste un'unica risposta a quale licenza CC sia la migliore. È importante ricordare per quale motivo si sta condividendo e cosa si spera che altri possano fare con il proprio lavoro, prima di scegliere quale licenza CC applicare.

4.2 Aspetti da considerare dopo la concessione di una licenza CC[modifica]

L'applicazione di una licenza CC da sola non è sufficiente per garantire che il tuo lavoro sia liberamente disponibile per un facile riutilizzo e per la modifica.

[Inserire immagine] Limitazioni della censura di stevenpb. CC0.

Risultati di apprendimento[modifica]

  • Spiegare perché CC scoraggia il cambiamento delle condizioni di licenza
  • Spiegare in che modo un paywall (“barriera di pedaggio”, nel web indica il punto in cui si effettua il pagamento su un contenuto) influisce sui contenuti con licenza CC
  • Descrivere perché il formato tecnico del contenuto è significativo
  • Descrivere cosa accade quando qualcuno cambia idea in merito alla concessione di licenza CC

Domanda principale/Perché è importante   [modifica]

Uno degli aspetti più importanti delle licenze Creative Commons è che sono standardizzate. Ciò rende molto più facile per il pubblico comprendere come funzionano le licenze e cosa devono fare i riutilizzatori per soddisfarne gli obblighi.

Ma le licenze CC non si applicano alle opere “nel nulla”. Le opere con licenza CC di solito sono presenti su siti web che hanno i propri termini di servizio. A volte, esse non sono disponibili in formati che ne rendono facile il riutilizzo o la modifica. Inoltre, i lavori sono spesso disponibili, in forma cartacea, solo dietro pagamento.

Riflessione personale/Perché è importante per te  [modifica]

Hai mai trovato un lavoro con licenza CC di cui non sei stato in grado di eseguire una copia o che non fosse facilmente condivisibile? Cosa ha reso difficile il riutilizzo previsto? Era un problema di formato tecnico, o erano presenti delle restrizioni di accesso al lavoro o altri problemi di questo tipo?

Acquisire le conoscenze fondamentali[modifica]

Le licenze Creative Commons sono licenze standardizzate, il che significa che i termini e le condizioni sono gli stessi per tutte le opere soggette allo stesso tipo di licenza CC. Questa è una caratteristica essenziale della loro progettazione, che consente al pubblico di modificare le opere con licenza CC. Inoltre, questo rende le licenze facili da capire.

Ma le persone e le istituzioni che usano le licenze hanno esigenze e desideri diversi. A volte i creatori vogliono termini leggermente diversi dai termini standard offerti dalla licenza CC.

Pertanto, si scoraggia fortemente il pubblico dalla personalizzazione delle licenze di copyright aperte perché ciò crea confusione, richiede agli utenti di dedicare del tempo per apprendere in cosa è differente la licenza personalizzata ed elimina i vantaggi della standardizzazione. Se si modifica uno qualsiasi dei termini e delle condizioni di una licenza CC, non è possibile chiamarla licenza Creative Commons o utilizzare in altro modo i marchi CC. Questa regola si applica anche se si tenta di aggiungere restrizioni su ciò che le persone possono fare con un lavoro con licenza CC attraverso altri accordi in separata sede, come i termini di servizio di un sito Web. Ad esempio, i termini di servizio del proprio sito web non possono dire alle persone che non è possibile la copia di un lavoro con licenza CC (se si sta operando in accordo ai termini della licenza). È possibile, tuttavia, rendere il proprio lavoro con licenza CC disponibile con termini più tolleranti e continuare a definirla licenza CC. Ad esempio, è possibile rinunciare al proprio diritto di ricevere l'attribuzione.

Creative Commons fornisce una politica legale dettagliata che descrive tali regole, ma il modo migliore per applicarle è chiedersi: ciò che si vuole fare è rendere più facile o più difficile per le persone utilizzare il lavoro con licenza CC? In quest'ultimo caso, generalmente si tratta di una restrizione e non è possibile applicarla a meno che non si rimuova il nome Creative Commons dal lavoro.

Si prega di notare che quanto descritto in precedenza si applica ai creatori di lavoro con licenza CC. Non è mai possibile modificare i termini legali applicabili al lavoro con licenza CC di qualcun altro.

Far pagare un lavoro con licenza CC[modifica]

La prima parte di questa lezione ha affrontato i requisiti connessi alla modifica dei termini legali su un lavoro con licenza CC, modificando effettivamente i termini della licenza o utilizzando contratti di altro tipo a tale scopo.

Ma cosa accade se si desidera semplicemente vendere un lavoro con licenza CC?

Se si è il creatore, vendere il proprio lavoro va sempre bene. In effetti, la vendita di copie fisiche (ad esempio, un libro di testo) e fornire gratuitamente le copie digitali è un metodo molto comune per fare soldi utilizzando le licenze CC.

Ecco un esempio importante del Team CC Open feature: Max Temkin, fondatore di Cards Against Humanity. Cards Against Humanity è un gioco di carte disponibile con licenza Creative Commons BY-NC-SA 2.0. Cards Against Humanity offre i suoi mazzi di carte disponibili per il download gratuito online ma vende copie fisiche.

[inserire immagini] Una pila di pacchi di Cards Against Humanity di jareed. CC BY 2.0.

Far pagare per l'accesso a copie digitali di un lavoro con licenza CC è più complicato. È consentito, ma una volta che qualcuno paga una copia del lavoro, può distribuirlo legalmente ad altri in forma gratuita secondo i termini della licenza CC applicabile.

Se invece si sta facendo pagare per l'accesso al lavoro con licenza CC di qualcun altro, che si tratti di una copia fisica o di una versione digitale, è necessario prestare attenzione alla particolare licenza CC applicata al lavoro. Se la licenza CC include la restrizione Non commerciale (NC), non è possibile far pagare il pubblico per accedere al lavoro.

Rendere il proprio lavoro accessibile[modifica]

Formati: applicare semplicemente una licenza CC a un lavoro creativo non rende necessariamente facile a terzi il riutilizzo e la modifica. Basti pensare a quali formati si stanno utilizzando per i propri contenuti (ad esempio PDF? MP3?). Le persone possono scaricare l'opera? Possono modificarla o rimescolarne i contenuti se la licenza lo consente? Oltre alla versione finale definitiva, molti creatori distribuiscono file source modificabili del proprio contenuto al fine di facilitare coloro che desiderano utilizzare il lavoro per i propri scopi. Ad esempio, oltre al libro fisico o all'ebook, è possibile distribuire i file di un libro con licenza CC in un formato che consenta alle persone di tagliare e incollare facilmente il contenuto nelle proprie opere.

DRM: l'utilizzo di una piattaforma di distribuzione che applica un sistema di gestione dei diritti digitali (digital rights management - DRM) - come la tecnologia di protezione dalla copia - al proprio lavoro è un altro modo in cui si può inavvertitamente rendere difficile ai riutilizzatori l'uso delle autorizzazioni concesse con la licenza CC. Se è necessario caricare i propri lavori con licenza CC su una piattaforma che utilizza un sistema DRM, è necessario anche considerare la distribuzione dello stesso contenuto su siti che non utilizzano un sistema DRM.

Si prega di notare che le licenze CC proibiscono l'applicazione di un sistema DRM a lavori con licenza CC di qualcun altro senza averne l'autorizzazione.

Cosa succede se si cambia idea sulla licenza CC?[modifica]

Inevitabilmente, esistono creatori che applicano una licenza CC a un lavoro e poi decidono di volerlo offrire secondo termini diversi. Anche se la licenza originale non può essere revocata, il creatore è comunque libero di offrire il lavoro con una licenza diversa. Allo stesso modo, il creatore è libero di rimuovere la copia del lavoro messa a disposizione online.

In questi casi, chiunque trovi il lavoro a disposizione con licenza originale è legalmente autorizzato a usarlo secondo tali termini fino alla scadenza del copyright. In pratica, i riutilizzatori possono scegliere di conformarsi ai nuovi desideri del creatore per una questione di rispetto.

Cosa succede se qualcuno fa qualcosa con il lavoro con licenza CC che non piace al creatore?[modifica]

Finché gli utenti rispettano i termini e le condizioni della licenza, gli autori / licenzianti non possono avere il controllo di come viene utilizzato il loro materiale. Detto questo, tutte le licenze CC prevedono diversi meccanismi che consentono ai licenzianti di scegliere di non essere associati al loro materiale o agli usi del loro materiale con cui non sono d'accordo.

  • Innanzitutto, tutte le licenze CC proibiscono l'utilizzo del requisito di attribuzione per suggerire che il licenziante approva o supporta un particolare uso.
  • In secondo luogo, i licenzianti possono rinunciare al requisito di attribuzione, scegliendo di non essere identificati come licenzianti, se lo desiderano.
  • In terzo luogo, se al licenziante non piace come il materiale è stato modificato o utilizzato, le licenze CC prevedono che il licenziatario rimuova le informazioni di attribuzione dietro richiesta. (Nella versione 3.0 e precedenti, questa è una possibilità solo per gli adattamenti e la raccolta, nella 4.0, questa si applica anche al lavoro non modificato.)
  • Infine, chiunque modifichi il materiale concesso in licenza deve indicare che l'originale è stato modificato. Ciò garantisce che le modifiche apportate al materiale originale, indipendentemente dal fatto che il licenziante le approvi, non siano attribuite al licenziante.
  • Inoltre, è importante ricordare:
    • Nel mondo dei Commons è pieno di brave persone che vogliono fare la cosa giusta, quindi non si vedono molto spesso "abusi" su opere aperte concesse in licenza. L'uso delle licenze CC offre a persone buone e responsabili la libertà di utilizzare e costruire cose nuove a partire da un'opera messa a disposizione.
    • Il Copyright e/o le licenze di copyright aperte non impediscono alle persone "cattive" di fare cose "cattive" con il lavoro di altri senza preoccuparsi del copyright.

Casi giuridici: istruzione aperta[modifica]

Nei 16 anni trascorsi dalla pubblicazione delle nostre licenze, il numero di cause legali che hanno cambiato l'interpretazione di una licenza CC è stato estremamente basso, soprattutto considerando che sono disponibili su Internet quasi 2 miliardi di opere con licenza CC. Le licenze CC sono andate molto bene in tribunale e le controversie sono state rare, se paragonate al numero di cause legali tra le parti di licenze personalizzate negoziate privatamente[1].

Nel 2017-2018 ci sono stati tre casi giuridici: Great Minds vs FedEx Office, Great Minds vs Office Depot e Philpot vs Media Research Center. I risultati delle decisioni giudiziarie per questi tre casi hanno favorito l'applicabilità delle licenze CC e il loro ruolo di condivisione dei contenuti con il pubblico.

Great Minds vs FedEx Office, Great Minds vs. Office Depot][2]. Due dei tre casi sono stati sollevati da Great Minds, uno sviluppatore di programmi di studio. In questi due casi, Great Minds ha ricevuto finanziamenti pubblici dallo Stato di New York per sviluppare uno strumento di Risorse educative aperte (OER - Open Educational Resources) per distretti scolastici, che l'organizzazione ha rilasciato con licenze CC BY-NC-SA 4.0.

Great Minds ha presentato le cause giudiziarie contro i negozi commerciali di copisteria che sono stati assunti dai distretti scolastici per riprodurre le risorse educative aperte (OER) con licenza NC. Le OER erano per uso scolastico, quindi definite a uso non commerciale.

Per entrambi i casi, Great Minds fornisce una dichiarazione comune: i distretti scolastici non sono autorizzati a esternalizzare la riproduzione di materiali didattici sotto licenza CC BY-NC-SA 4.0 ad appaltatori (gli appaltatori sono le copisterie in questi casi) che traggono profitto da tali riproduzioni. La teoria di Great Minds sosteneva che era legale per un dipendente del distretto scolastico recarsi in una copisteria e pagare per usare le loro fotocopiatrici; tuttavia, se invece lo stesso dipendente della scuola paga la copisteria per premere "STAMPA", la copisteria non lavora più per suo conto, o sotto la direzione del distretto scolastico - ma agisce in modo indipendente; pertanto la copisteria dovrà fare affidamento direttamente sulla propria licenza NC per effettuare e addebitare un costo per le stesse copie.

Poiché è stata utilizzata una licenza non commerciale, Great Minds ha sostenuto che ai distretti scolastici che lavorano con le OER non era consentito coinvolgere FedEx o Office Depot per la riproduzione dei materiali e che, poiché le copisterie hanno realizzato un profitto, hanno violato la licenza. È importante sottolineare che Great Minds non ha mai affermato che l'uso dei materiali riprodotti da parte dei distretti scolastici violasse la restrizione non commerciale della licenza.

La questione centrale in entrambi i casi è se un licenziatario (un distretto scolastico che utilizza correttamente l'opera a fini non commerciali) può esternalizzare la riproduzione delle opere a un'altra entità che realizza profitti su tali riproduzioni, senza che tale entità operi in violazione del copyright della licenza NC.

In entrambi i casi, i tribunali distrettuali hanno dato ragione alla copisteria (FedEx) senza riscontrare alcuna violazione del copyright o violazione della licenza CC[3]

Philpot vs Media Research Center Inc.[4]. Il terzo caso, Philpot contro Media Research Center, ha coinvolto Larry Philpot, che ha condiviso volontariamente due fotografie su Wikimedia Commons con una licenza Creative Commons. Philpot ha presentato il reclamo contro il Media Research Center (MRC) perché il Media Research Center ha violato i suoi diritti d'autore quando ha pubblicato le sue fotografie in articoli senza attribuzione.

Dopo la fase di presentazione (fase del contenzioso durante la quale vengono raccolti gli elementi di fatto), MRC ha presentato una richiesta di istanza per definizione sommaria chiedendo al tribunale di definire se avesse violato i diritti d'autore di Philpot nell'utilizzo delle foto a scopo informativo e di cronaca e che tali usi costituiscono un uso legittimo (fair use) ai sensi della legge sul copyright degli Stati Uniti.

Nella sua decisione che concede il giudizio sommario, la Corte distrettuale degli Stati Uniti per il Distretto orientale della Virginia ha respinto l'argomentazione di Philpot secondo cui ci dovesse essere un "raggiungimento d'intesa" prima dell'applicazione del diritto di licenza CC utilizzato da Philpot.

Alla fine la corte distrettuale ha definito che gli usi delle due fotografie da parte della MRC costituivano un uso legittimo ai sensi della legge sul copyright degli Stati Uniti e, di conseguenza, la MRC non ha violato i diritti d'autore di Philpot. Il tribunale ha concluso ciò poiché l'uso legittimo era applicabile, la MRC non ha violato i diritti d'autore di Philpot e pertanto l'attribuzione in base alla licenza CC non era necessaria. Il rispetto della licenza non è stato violato perché la licenza di copyright non si applica laddove può essere applicato il fair use (uso legittimo).

Il fair use elimina la necessità di fare affidamento o rispettare la licenza CC. Questo è il punto principale di tutte le licenze CC: le licenze CC concedono il permesso quando è richiesta un'autorizzazione ai sensi della legge sul copyright. Comunicano l'intenzione del licenziante di concedere l'autorizzazione laddove è necessaria. Inoltre, le licenze CC sono progettate per essere efficaci e applicabili senza necessariamente soddisfare i requisiti di un contratto. La legge sui contratti o obblighi varia in tutto il mondo, e ci sono alcuni sistemi legali che possono trattare le licenze CC come applicabili in base alla legge sugli obblighi. La Corte ha correttamente stabilito che, secondo la legge degli Stati Uniti, le licenze concedono effettivamente il permesso senza dover soddisfare i requisiti formali di un contratto perché l'intenzione di concedere l'autorizzazione è tutto ciò che viene richiesto.

Osservazioni finali[modifica]

Condividere i propri contenuti usando le licenze Creative Commons è una scelta generosa, ma questo di per sé non è sufficiente per rendere facile agli altri il riutilizzo e la modifica del proprio lavoro. Basta porsi nei panni di chi trova questi contenuti condivisi: quanto è facile scaricarli, riutilizzarli e/o modificarli? Esistono ostacoli legali o tecnici che rendono difficile ciò che la licenza CC autorizza?

4.3 Ricercare e riutilizzare un'opera con licenza CC[modifica]

I beni comuni con licenza CC e le opere di pubblico dominio sono una risorsa abbondante a disposizione di tutti noi. Quando si riusa un’opera, è necessario ricordarsi di dare credito al creatore e seguire le altre condizioni di licenza pertinenti.

Risultati di apprendimento[modifica]

  • Cercare e identificare opere con licenza CC
  • Dare la giusta attribuzione quando si riutilizzano opere con licenza CC

Domanda principale/Perché è importante[modifica]

Esistono più di un miliardo di lavori con licenza CC sul web. Come è possibile definire ciò che potrebbe essere utile? E una volta definito ciò, cosa bisogna fare quando si riutilizza?

Esistono diversi modi per trovare lavori con licenza CC. I motori di ricerca possono essere di aiuto a effettuare ricerche sul Web oppure è possibile scegliere specifiche piattaforme o siti Web. Quando viene individuato un lavoro da riutilizzare, la cosa più importante da fare è fornire una corretta attribuzione.

Riflessione personale/Perché è importante per te [modifica]

Rifletti su quali lavori con licenza CC hai visto o con cui hai interagito. Come li hai trovati? Sei stato in grado di dare la giusta attribuzione all'autore se hai condiviso il lavoro?

Acquisire le conoscenze fondamentali[modifica]

Quando si cercano lavori con licenza CC da riutilizzare, ci sono diverse strategie da prendere in considerazione.

Un buon punto di partenza è la funzione di Ricerca CC, che è uno strumento che consente di cercare in 12 repository principali di contenuti CC online. Creative Commons sta attualmente lavorando a un progetto per migliorare gli strumenti di ricerca che offre per aiutare le persone a scoprire le opere disponibili nei beni comuni. Inoltre, è disponibile il prototipo di una nuova versione di Ricerca CC che consente di creare e salvare elenchi di opere che ci interessano e include uno strumento che consente di dare l'attribuzione con un solo clic.

Tuttavia, questi strumenti di ricerca scalfiscono solo leggermente la superficie di ciò che è nei beni comuni. Molte piattaforme che forniscono licenze CC di opere condivise sui loro siti hanno anche i propri filtri di ricerca per trovare i contenuti CC, come OER Commons.

Se c'è un particolare tipo di contenuto che si sta cercando, potrebbe essere possibile restringere il campo su determinate fonti da esplorare. Wikipedia offre un elenco abbastanza completo di molte delle principali fonti di materiale CC da diversi domini (in inglese).

Inoltre, è possibile ricercare lavori con una particolare licenza CC. Da una prima occhiata alla panoramica di Creative Commons su ogni licenza è possibile vedere che include esempi di progetti e persone che utilizzano tali licenze:

Riutilizzare il contenuto CC[modifica]

Quando viene individuato un lavoro CC da riutilizzare, la cosa più importante da sapere è come fornire una corretta attribuzione. Tutte le licenze CC richiedono che l'attribuzione sia data al creatore. (Ricordare che a differenza delle licenze CC, CC0 non è una licenza ma uno strumento per dedicare un lavoro al pubblico dominio, quindi non richiede l'attribuzione. Tuttavia, il dare credito o citare la fonte sono in genere considerate buone pratiche anche quando non richiesto dalla legge).

Gli elementi di attribuzione sono semplici anche se, in generale, la soluzione migliore è fornire più informazioni possibili. Gli utilizzatori gradiscono conoscere da dove provengono le opere con licenza CC e ai creatori piace sapere che i propri nomi rimarranno collegati con le proprie opere. Se un autore ha fornito ulteriori dettagli nell'informativa di attribuzione, è bene farlo presente ove possibile.

Come indicato nella sezione 4.1, una buona pratica di attribuzione sta nell'applicare l'approccio "TASL".

T = Title (Titolo)
A = Author (Autore)
S = Source (Fonte)
L = License (Licenza)

I requisiti di attribuzione nelle licenze CC sono progettati appositamente per essere abbastanza flessibili da tenere conto dei molti modi in cui viene utilizzato il contenuto. Un regista avrà diverse opzioni per dare credito, diverse rispetto a uno scienziato che pubblica un documento accademico. Visitare la pagina Best Practices for Attribution (Buone pratiche per l'attribuzione) sul Wiki CC. Tra le opzioni elencate, pensa a quale attribuzione preferiresti ricevere per un lavoro.

L'altra considerazione principale per la copia dei lavori (al contrario del riutilizzo, che verrà trattato nella prossima unità di apprendimento) è la restrizione Non Commerciale (NC). Se il lavoro che si sta utilizzando viene pubblicato con una delle tre licenze CC che include l'elemento NC, è necessario assicurarsi che non lo si utilizzi per scopi commerciali.

È sempre possibile contattare il creatore se si desidera richiedere un'autorizzazione ulteriore rispetto a quanto consentito dalla licenza.

Osservazioni finali[modifica]

L'attribuzione è probabilmente l'aspetto più importante delle licenze Creative Commons. Basti pensare al motivo per cui si desidera ricevere il giusto credito per il proprio lavoro, anche quando potrebbe non essere richiesto da un punto di vista legale. Che valore ha l'attribuzione per gli autori? E per il pubblico che trova questi lavori online?

4.4 Combinare opere con licenza CC[modifica]

Combinare e adattare opere con licenza CC è un momento in cui le cose possono diventare leggermente complicate. Questa lezione fornirà gli strumenti necessari a tale scopo.

“Combination of chilies” di City Foodsters. CC BY 2.0

Risultati di apprendimento [modifica]

  • Descrivere cosa significa creare un adattamento
  • Spiegare l'ambito della clausola SA (ShareAlike)
  • Spiegare l'ambito della clausola ND (NoDerivatives)
  • Identificare cosa significa la compatibilità delle licenze e come determinare se le licenze sono compatibili

Domanda principale/Perché è importante[modifica]

La grande promessa delle licenze Creative Commons riguarda l'aumentare il pool di contenuti da cui possiamo attingere per creare nuovi lavori. Per sfruttare tale potenziale, è necessario capire quando e come è possibile incorporare e adattare le opere con licenza CC. Ciò richiede un'attenzione scrupolosa alle particolari licenze CC che vengono utilizzare, così come una comprensione operativa del concetto legale di adattamento come questione di diritto d'autore.

Riflessione personale/Perché è importante per te[modifica]

Ti sei mai chiesto come utilizzare un lavoro con licenza CC creato da qualcun altro in qualcosa che stai creando? Ti sei mai imbattuto in un lavoro con licenza CC che volevi riutilizzare, ma non eri sicuro se farlo avrebbe richiesto di associare una licenza ShareAlike a ciò che avevi creato?

Acquisire le conoscenze fondamentali[modifica]

Copiare un lavoro con licenza CC e condividerlo è piuttosto semplice. Basta assicurarsi di fornire l'attribuzione e astenersi da fini commerciali se concesso in licenza con una delle licenze di tipo ND (NonCommercial).

Ma cosa succede se si sta modificando un lavoro con licenza CC o lo si sta incorporando in un nuovo lavoro? Innanzitutto, è necessario ricordare che se l'uso di un lavoro con licenza CC di qualcun altro ricade nell'ambito di un'eccezione o una limitazione al copyright (come il fair use o il fair dealing), allora non si hanno obblighi ai sensi della licenza CC. Se questo non è il caso, è necessario affidarsi alla licenza CC per avere il permesso di adattare il lavoro. Pertanto, la domanda in questione diventa: ciò che si sta facendo è creare un adattamento?

L'adattamento (o “opera derivata”, come viene chiamata in alcune parti del mondo) è un termine d'arte della legge sul copyright[5]. Significa creare qualcosa di nuovo da un'opera protetta da copyright che è sufficientemente originale per essere protetta dal diritto d'autore. Questo non è sempre facile da determinare, anche se esistono alcune linee guida ben definite. Leggere la spiegazione sul sito CC in merito a ciò che si definisce adattamento. Alcuni esempi di adattamenti includono un film basato su un romanzo o una traduzione di un libro da una lingua all'altra.

Bisogna tenere presente che non tutte le modifiche apportate a un lavoro determinano la creazione di un adattamento, ad esempio le correzioni ortografiche. Ricorda inoltre che per essere un adattamento, l'opera risultante deve essere considerata basata o derivata dall'originale. Ciò significa che se si usano poche righe da un poema per spiegare una tecnica poetica in un articolo che si sta scrivendo, l'articolo non è un adattamento perché non è derivato o basato sul poema da cui sono state prese quelle righe. Tuttavia, se viene eseguito un riarrangiamento delle strofe nel poema e vengono aggiunte nuove righe, allora quasi sempre il lavoro risultante potrebbe essere considerato un adattamento.

Ecco alcuni tipi particolari di utilizzi da considerare (alcuni di essi dovrebbero essere già conosciuti grazie alle lezioni precedenti!):

Principio fondamentale: dalla versione 4.0, tutte le licenze CC, anche le licenze NoDerivatives, consentono a chiunque di effettuare un adattamento di un lavoro con licenza CC. La differenza tra le licenze ND e le altre licenze è che se è stato creato un adattamento di un lavoro con licenza ND, non può essere condiviso con altri. Ciò consente, ad esempio, a un singolo utente di creare adattamenti di un lavoro con licenza ND. Tuttavia, ND non consente agli individui di condividere adattamenti con altri, compresi gli studenti di un istituto scolastico.

Se il riutilizzo di un lavoro con licenza CC non genera un adattamento, allora...[modifica]
Se il riutilizzo di un lavoro con licenza CC crea un adattamento[modifica]

Se il riutilizzo di un lavoro con licenza CC crea un adattamento, allora ci sono dei limiti relativi a se e come condividere il lavoro adattato. Affronteremo in seguito questa eventualità. Ma prima, un appunto sulla raccolta dei materiali.

Distinguere adattamenti / riutilizzi diversi da raccolte[modifica]

Nota introduttiva:

In molte situazioni, come per il riutilizzo di una foto in una presentazione, è ovvio che non è stato creato alcun adattamento. Tuttavia, la determinazione può essere più difficile quando si riuniscono più opere in un'unica opera più ampia. Questa distinzione tra adattamenti e raccolte è uno dei concetti più complicati nella legge sul diritto d'autore. La distinzione tra adattamenti e riutilizzi varia in base alla giurisdizione e, anche all'interno di una determinata giurisdizione, la decisione di un giudice tra i due può essere soggettiva, poiché ci sono poche regole definitive su cui basarsi.

In contrasto con l'adattamento o il riutilizzo, una raccolta comporta l'assemblaggio di opere creative separate e indipendenti in un insieme collettivo. Una raccolta non è un adattamento. Un membro della comunità ha paragonato la differenza tra adattamenti e raccolte rispettivamente a frullati e un pasto pronto organizzato su un vassoio.

(1)  Come un frullato, un adattamento/riutilizzo mescola i materiali provenienti da diverse fonti per creare una creazione completamente nuova:

[Inserire immagine] Attribuzioni: “CC Smoothie” di Nate Angell. CC BY. Opera derivata di “Strawberry Smoothie On Glass Jar” di Element5 (https://www.pexels.com/photo/strawberry-smoothie-on-glass-jar-775032/) nel pubblico dominio e diversi pulsanti di licenza Creative Commons di Creative Commons (https://creativecommons.org/about/downloads) utilizzati sotto licenza CC BY.

In un "frullato" o adattamento/riutilizzo, spesso non si può sapere dove finisce un lavoro aperto e dove inizia un altro. Mentre questa flessibilità è utile per il nuovo creatore, è comunque importante fornire attribuzione alle singole parti che costituiscono l'adattamento.

Un esempio di adattamento in campo educativo potrebbe essere un capitolo di un libro di testo aperto che utilizza insieme diverse risorse educative aperte in modo tale che il lettore non possa sapere quale risorsa è stata usata in quale pagina. Detto ciò, le note del capitolo del libro dovrebbero tuttavia fornire l'attribuzione a tutte le fonti che sono state utilizzate nel capitolo.

(2)  Come un pasto pronto organizzato su un vassoio, una raccolta riunisce diverse opere, mantenendole organizzate come oggetti separati distinti. Un esempio di una raccolta potrebbe essere un libro che mette insieme saggi con licenza aperta da diverse fonti.

[Inserire immagine] Attribuzioni: “CC TV Dinner” di Nate Angell. CC BY. Opera derivata di “tv dinner 1″ di adrigu (https://flic.kr/p/6AMLDF) utilizzata sotto licenza CC BY e diversi pulsanti di licenza Creative Commons di Creative Commons (https://creativecommons.org/about/downloads) utilizzati sotto licenza CC BY.

Quando si crea una raccolta, è necessario fornire informazioni sull'attribuzione e sulla licenza relative alle singole opere presenti nella propria raccolta. Ciò fornisce al pubblico le informazioni necessarie per capire chi ha creato cosa e quali termini di licenza si applicano a contenuti specifici. Rivedi la sezione 4.1 sulla scelta della licenza per sapere come indicare correttamente lo stato del copyright delle opere di terzi che vengono incorporate in un nuovo lavoro.

Quando si unisce il materiale in una raccolta, è possibile che si disponga di un proprio copyright separato al quale è possibile assegnare una licenza. Tuttavia, il proprio copyright è applicabile solo ai nuovi contributi forniti al lavoro. Una raccolta è una selezione e un riadattamento di diverse opere e non le singole opere stesse. Ad esempio, è possibile selezionare e organizzare poesie preesistenti pubblicate da altri in un'antologia, scrivere un'introduzione e definire una copertina per la raccolta, ma il proprio copyright e l'unico copyright che è possibile concedere in licenza si applica agli adattamenti delle poesie (e non alle poesie stesse), all'introduzione originale e alla copertina. Le poesie non fanno parte dell’opera cui attribuire licenza.

Cosa succede quando si crea un adattamento di un lavoro o di lavori con licenza CC?[modifica]

Regole generali:[modifica]

→ Se tale lavoro è concesso in licenza con una licenza NoDerivatives (ND), è possibile effettuare e utilizzare le modifiche privatamente ma non è possibile condividere l'adattamento con altri, come descritto in precedenza. 

→ Se tale lavoro è concesso in licenza con una licenza ShareAlike (SA), tale licenza si applica al proprio adattamento ed è necessario concederlo in licenza con la stessa licenza o con una licenza compatibile. Maggiori informazioni sono disponibili di seguito.

→ È necessario considerare la compatibilità delle licenze. La compatibilità delle licenze è il termine usato per indicare di quali tipi di lavori con licenza sono compatibili per essere adattati in una nuova opera.

→ In tutti i casi, è necessario attribuire l'opera originale quando si crea un adattamento. 

Scenari:[modifica]

Quando si crea un adattamento di un lavoro con licenza CC, lo scenario più semplice è quando si prende un singolo lavoro con licenza CC e lo si adatta.

Lo scenario più complicato è quando si stanno adattando due o più opere con licenza CC in una nuova opera.

In entrambe le situazioni, è necessario considerare quali opzioni si hanno per la licenza di copyright nel proprio adattamento; questo è chiamato Licenza dell'Elaboratore. Bisogna ricordare che i propri diritti nell'adattamento si applicano solo ai propri contributi. La licenza originale continua a governare il riutilizzo degli elementi provenienti dal lavoro originale che è stato usato durante la creazione del proprio adattamento. La tabella della Licenza dell'Elaboratore può risultare utile come guida. Quando si crea un adattamento di materiale sotto licenza identificato nella colonna di sinistra, è possibile concedere in licenza i propri contributi all'adattamento sotto una delle licenze indicate nella riga superiore se la casella corrispondente è verde. CC sconsiglia di utilizzare una licenza se la casella corrispondente è gialla, sebbene ciò sia tecnicamente consentito dai termini della licenza. Se si utilizza comunque, è necessario prestare maggiore attenzione a contrassegnare l'adattamento come coinvolgimento di copyright multipli con termini diversi in modo che gli utenti a valle siano consapevoli dei propri obblighi di conformità con le licenze di tutti i titolari di diritti. Le caselle in grigio scuro indicano le licenze che non è possibile utilizzare come licenza dell'elaboratore.

[Inserire immagine] Tabella Licenza dell'Elaboratore CC / CC BY 4.0

Come scegliere la Licenza dell'Elaboratore:[modifica]

  • Se il lavoro preso in esame è concesso in licenza con BY o BY-NC, è consigliabile che la licenza dell'elaboratore includa almeno gli stessi elementi di licenza della licenza applicata all'originale. Ad esempio, se si adatta un lavoro BY-NC, si applicherà una licenza BY-NC al proprio adattamento. Se si aggiunge un lavoro BY, è possibile applicare licenze BY o BY-NC al proprio adattamento.
  • Se il lavoro preso in esame è concesso in licenza BY-SA o BY-NC-SA, la licenza dell'elaboratore deve essere la stessa licenza applicata all'originale o una licenza che è compatibile con la licenza originale. La compatibilità delle licenze verrà affrontata con maggior dettaglio in seguito.
  • Bisogna ricordare che se il lavoro preso in esame è concesso in licenza BY-ND o BY-NC-ND, non è possibile distribuire adattamenti, pertanto non è necessario preoccuparsi di quale licenza dell'elaboratore applicare.

Comprensione della compatibilità di licenze[modifica]

Quando le persone parlano di licenze "compatibili", possono riferirsi a diverse situazioni.

Un tipo di compatibilità di licenza implica la questione di quali licenze è possibile utilizzare per la licenza dell'elaboratore quando si adatta un lavoro. Questo è ciò che è stato affrontato in precedenza. Ad esempio, BY-NC è compatibile con BY, nel senso che è possibile adattare un lavoro con licenza BY e utilizzare una licenza BY-NC per l'adattamento.

Per definizione, le licenze ShareAlike hanno pochissime licenze compatibili. Tutte le licenze SA dopo la versione 1.0 consentono di utilizzare una versione successiva della stessa licenza per l'adattamento. Ad esempio, se si riutilizza un lavoro con licenza BY-SA 2.0, è possibile e si dovrebbe applicare la licenza BY-SA 4.0 al proprio adattamento. Esistono anche un numero limitato di licenze non CC che sono state disegnate come licenze compatibili CC per scopi di condivisione (ShareAlike). Maggiori dettagli sono disponibili qui.

Un altro tipo di compatibilità delle licenze si riferisce a quali licenze sono compatibili quando si adatta (più comunemente definito "riutilizzo" [remix] in questo contesto) più di un lavoro preesistente. Il grafico di riutilizzo qui di seguito può essere una guida utile in tali circostanze. Per utilizzare il grafico, individuare una licenza valida per uno dei lavori sulla colonna di sinistra e la licenza valida per l'altro lavoro nella riga in alto a destra. Se è presente un segno di spunta nella casella in cui si intersecano la riga e la colonna, è possibile riutilizzare i lavori con queste due licenze. Se nella casella è presente una "X", i lavori non possono essere riutilizzati a meno che non si applichi un'eccezione o una limitazione.

[Inserire immagine] Tabella di Compatibilità delle Licenze CC / CC BY 4.0

Quando si utilizza il grafico, è possibile determinare quale licenza utilizzare per il proprio adattamento scegliendo la più restrittiva delle due licenze sulle opere che si stanno combinando. Anche se tecnicamente non è l'unica opzione per la propria licenza di elaboratore, è una buona pratica perché facilita il riutilizzo per gli utenti a valle.

Osservazioni finali[modifica]

Può essere intimidatorio approcciarsi al riutilizzo seguendo un metodo in accordo con il copyright. In questa lezione, si spera di aver fornito alcuni strumenti su come affrontare tale attività. La domanda in questione è come viene creato un adattamento in presenza di copyright. Una volta risposto a ciò, si dispone delle informazioni necessarie per determinare quali lavori dai beni comuni è possibile incorporare nel proprio lavoro. 

Risorse aggiuntive[modifica]

Ulteriori dettagli sui casi giudiziari nella sezione 4.2:[modifica]

Nel caso FedEx Office, la decisione è stata confermata dalla Corte d'Appello del 2° Circuito degli Stati Uniti, che ha dichiarato: "In sintesi, i termini di licenza inequivocabili consentono a FedEx di copiare i Materiali per conto di un distretto scolastico che esercita i diritti previsti dalla Licenza e addebitare a tale distretto per tale copia ad un tasso superiore al costo di FedEx, in assenza di qualsiasi pretesa che il distretto scolastico stia utilizzando i Materiali per scopi diversi da quelli non commerciali. La richiesta di archiviazione viene accolta."

Con il caso Office Depot, Great Minds sosteneva che la copisteria ha violato la licenza BY-NC-SA 4.0 per gli stessi motivi per cui lo faceva FedEx Office; tuttavia, Great Minds ha anche affermato che, poiché Office Depot ha contattato i distretti scolastici per sollecitare ordini di riproduzione, la sollecitazione è un'ulteriore prova di violazione della licenza. L'altra differenza con il caso FedEx Office era che Great Minds e Office Depot avevano stipulato un contratto che specificava che Office Depot poteva riprodurre gli stessi materiali educativi finanziati pubblicamente dai distretti scolastici e avrebbe pagato i diritti d'autore a Great Minds.[5]

Il tribunale distrettuale degli Stati Uniti per il distretto centrale della California concordò con Office Depot, affermando che "la licenza pubblica Creative Commons concede inequivocabilmente alle scuole e ai distretti scolastici il diritto "di riprodurre e condividere il materiale concesso in licenza, in tutto o in parte, solo a scopi non commerciali," e non proibisce alle scuole e ai distretti scolastici di assumere terze parti, come Office Depot, per fare copie di tali Materiali. . . . Poiché le scuole e i distretti scolastici sono le entità che esercitano i diritti concessi dalla licenza pubblica Creative Commons, è irrilevante che Office Depot possa aver tratto profitto dalla realizzazione di copie per scuole e distretti scolastici."

Inoltre, la Corte distrettuale degli Stati Uniti per il distretto centrale della California ha dichiarato che: "La licenza pubblica Creative Commons in questione autorizza le scuole a: (1) riprodurre e utilizzare i Materiali per scopi Non commerciali, (2) consente espressamente alle scuole di fornire tali Materiali al pubblico "con qualsiasi mezzo o processo" e (3) non proibisce alle scuole di esternalizzare la copia a fornitori terzi. Poiché un licenziatario può legittimamente utilizzare un agente o un appaltatore terzo per assisterlo nell'esercizio dei propri diritti concessi in licenza, in assenza di disposizioni contrattuali che vietano tale attività, le affermazioni di Great Minds sono infondate per quanto riguarda l'accusa relativa al fatto che la condotta di Office Depot fosse in violazione dell'ambito della licenza e, pertanto, la richiesta di Great Minds per violazione del copyright, contro Office Depot, non ha fondamento." Il caso Office Depot è in appello davanti alla Corte d'appello del 9° Circuito degli Stati Uniti a partire dal giugno 2018. La corte si è inoltre occupata della presunta sollecitazione di Office Depot per l'attività di riproduzione dei materiali dei distretti scolastici. La corte non ha trovato persuasiva la differenza sollecitata da Great Minds o, ad ogni modo, non ritiene che ciò possa cambiare il risultato.

Ulteriori informazioni sulla modifica delle licenze[modifica]

Domande frequenti selezionate da Creative Commons. CC BY 4.0[modifica]

  • Posso modificare i termini e le condizioni della licenza?

https://creativecommons.org/faq/#can-i-change-the-license-terms-or-conditions

  • Posso stipulare accordi separati o supplementari con gli utenti del mio lavoro?

https://creativecommons.org/faq/#can-i-enter-into-separate-or-supplemental-agreements-with-users-of-my-work

Modifica delle licenze CC, di Creative Commons. CC BY 4.0

Guida alla policy di Creative Commons per la modifica delle licenze CC https://wiki.creativecommons.org/wiki/Modifying_the_CC_licenses

Ulteriori informazioni sulla marcatura delle opere con licenza[modifica]

Marcatura/Creatori/Marcatura del Contenuto di Terze parti, di Creative Commons. CC BY 4.0

Wiki, buone pratiche e informazioni varie sulla marcatura https://wiki.creativecommons.org/wiki/Marking/Creators/Marking_third_party_content#Additional_explanation_and_tips

Ulteriori informazioni sulla compatibilità della licenza[modifica]

Licenze compatibili di Creative Commons. CC BY 4.0

Una pagina con informazioni relativa a come le licenze sono compatibili, su come funziona la compatibilità e dove potrebbe non esserci necessariamente compatibilità tra le licenze

https://creativecommons.org/share-your-work/licensing-considerations/compatible-licenses

Wiki/Compatibilità delle Licenze CC di Creative Commons. CC BY 4.0

Compatibilità della licenza. CC BY-SA 3.0

Voce di Wikipedia sulla compatibilità delle licenze comprese le licenze aperte che non sono licenze CC https://en.wikipedia.org/wiki/License_compatibility

Cosa c'è da sapere di più sulle licenze CC[modifica]

Creative Commons Licenses Legal Pitfalls: Incompatibilities and Solutions (Insidie legali relative alle licenze Creative Commons: incompatibilità e soluzioni), di Melanie Dulong de Rosnay presso l’Institute for Information Law della University of Amsterdam & Creative Commons, Paesi Bassi. CC BY 3.0 NL

Un rapporto dettagliato sui diversi aspetti legali delle incompatibilità che si applicano a diversi utilizzi a livello internazionale https://www.creativecommons.nl/downloads/101220cc_incompatibilityfinal.pdf

User Related Drawbacks of Open Content Licensing (Inconvenienti relativi agli utenti di Open Content Licensing), di Till Kreutzer in Open Content Licensing: From Theory to Practice (Licenza su contenuti aperti: dalla teoria alla pratica), redatto da Lucie Guibault e Christina Angelopoulos. CC BY NC 3.0

Capitolo del libro su alcuni problemi complessi relativi agli utenti di materiali con licenza aperta (comprese le licenze CC)

https://books.google.ca/books?id=RW1P5XOp_NoC&lpg=PA127&dq&pg=PP1#v=onepage&q&f=false

Risorse consigliate per i partecipanti[modifica]

I partecipanti al Certificato CC hanno suggerito diverse risorse aggiuntive tramite le annotazioni di Hypothes.is sul sito Web del Certificato. Sebbene Creative Commons non abbia verificato tali risorse, abbiamo voluto evidenziare i contributi dei partecipanti al seguente link: https://certificates.creativecommons.org/cccerteducomments/chapter/additional-resources-4/

Note[modifica]

  1. Uno dei ruoli di Creative Commons rimane quello di amministratore responsabile di licenze pubbliche, fornendo attivamente indicazioni e formazione sulle proprie licenze. Quando Creative Commons ritiene di rendere più significative le dispute con commenti o il deposito di memoriali amicus curiae, in forma di saggio o opinione legale, CC agisce sempre a sostegno delle licenze per la loro corretta interpretazione, mai a favore o contro un particolare contendente. Per un'analisi dettagliata della giurisprudenza delle Creative Commons, vedere Modulo 3.4 "Applicabilità delle licenze". Creative Commons dispone di un database di decisioni giudiziarie e casi legali da giurisdizioni in tutto il mondo sulla propria pagina Wiki.
  2. I nomi ufficiali dei casi giudiziari sono: “Great Minds vs FedEx Office e Print Services, Inc., Tribunale distrettuale degli Stati Uniti per il Distretto orientale di New York (Azione civile 2: 16-cv-01462-DRH-ARL)" e "Great Minds vs Office Depot, Inc., Tribunale distrettuale degli Stati Uniti per il distretto centrale della California (CV 17-7435-JFW)."
  3. Entrambi questi casi sono stati impugnati e le decisioni del tribunale di grado inferiore sono state confermate. Per ulteriori informazioni su questi casi, visitare il database legale CC.
  4. Il nome ufficiale del caso giudiziario è “Larry Philpot vs Media Research Center Inc., Tribunale distrettuale degli Stati Uniti per il Distretto orientale della Virginia, Caso 1:17-cv-822”.
  5. I termini "adattamento" e "opera derivata" sono stati spiegati nell'Unità 2, nonché il modo in cui le licenze CC utilizzano questi termini.

Collegamenti esterni[modifica]